Da Bene Vagienna una Panda in regalo all’«Usca»

Grazie alle donazioni raccolte con la distribuzione delle mascherine - È l'unità che cura i malati di coronavirus a domicilio

Bene Vagienna dona una Fiat Panda all'Usca

Il progetto fu lanciato nella primavera dello scorso anno, quando a causa del Coronavirus la domanda di mascherine per la protezione delle vie respiratorie s’impennò e il mercato non riusciva a farvi fronte: numerose sarte si misero al lavoro, da volontarie, per produrre questi ormai famosi Dpi. Quel progetto continua a dare frutti oggi. Lo fa sapere l’Amministrazione comunale di Bene Vagienna in una nota.

“In seguito al progetto «Aiutaci ad aiutarti», a cui aderirono numerose sarte che si misero a cucire mascherine nelle loro case - si legge -, l’Amministrazione comunale ha donato ai medici dell’«Usca» del distretto di Fossano-Savigliano un’auto per l’assistenza dei malati a domicilio”. Le Usca, come noto, sono le Unità speciali di continuità assistenziale che si occupano dei malati di Coronavirus curandoli nelle loro case.

Più nel dettaglio, al momento della consegna della Panda il sindaco Ambrogio ha spiegato: “Oltre alle donazioni effettuate all’Asl e ad altre strutture, consegnammo importanti quantitativi di mascherine ad aziende private, invitandole a devolvere un’offerta su un conto corrente dedicato. Siamo arrivati a 116 mila euro e, dopo l’acquisto di materiale per la Protezione civile, abbiamo redistribuito quanto raccolto tra i diversi comuni dell’Unione fossanese di cui sono presidente. A Bene Vagienna sono toccati 22 mila euro: con una parte abbiamo acquistato l’autovettura per il Distretto, dopo aver toccato con mano il modo eccellente con cui lavorano”.

Sempre l’Amministrazione comunale di Bene Vagienna ricorda come in questi ultimi mesi sono state organizzate giornate di vaccinazione che hanno ormai “coperto” varie fasce di età, dai residenti più anziani fino ai 60enni. “Tutto questo - spiegano - è stato possibile grazie ai numerosi volontari che hanno collaborato all’iniziativa. Si ringraziano  la Protezione civile di Bene Vagienna, i Vigili del fuoco di Fossano, la Croce bianca di Fossano, il personale della Casa di riposo di Bene Vagienna e il personale dipendente del Comune di Bene Vagienna e, per quanto riguarda il progetto «Aiutaci ad aiutarti», le sarte che hanno cucito le mascherine,  i volontari che hanno tagliato il tessuto e lo hanno portato a casa delle sarte stesse. Un grazie anche ai medici di base Grechi e Palmieri che hanno effettuato le vaccinazioni e a tutti coloro che, a vario titolo, hanno collaborato  alle giornate di vaccinazione; ringraziamo infine la dottoressa Chiozza, il dottor Brugaletta e la dottoressa Pesce dell’Asl per la splendida collaborazione”.