Due giorni dopo l’operazione tutto procede bene

Papa Francesco ha trascorso due notti tranquille, dopo l'operazione al colon eseguita al Gemelli. "Il decorso post-operatorio è regolare", ha riferito oggi il portavoce vaticano

Vaticano, 21 Ottobre 2020
Vaticano, 21 ottobre 2020: udienza di Papa Francesco nell'Aula Paolo VI - foto SIR/Marco Calvarese

“Il decorso post–operatorio è regolare. Gli esami di controllo di routine sono buoni”. È quanto si legge oggi, 6 luglio, nel terzo bollettino medico sull’operazione chirurgica subita domenica sera da Papa Francesco, che nella sua seconda notte al Policlinico Gemelli di Roma “ha riposato bene” e questa mattina “ha fatto colazione, ha letto alcuni quotidiani e si è alzato per camminare”, ha riferito il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni.

Quello di questi giorni è il primo ricovero in ospedale di Jorge Mario Bergoglio, 84 anni, da quando è salito al soglio di Pietro, e il secondo intervento di rilievo in anestesia totale nella sua vita, dopo l’operazione al polmone destro subita a Buenos Aires all’età di 21 anni. Stando alla durata prevista della degenza, il prossimo Angelus Papa Francesco potrebbe pronunciarlo proprio dalla sua stanza al decimo piano, che dà sul cortile principale dell’ospedale. È da lì che anche San Giovanni Paolo II si è affacciato più volte per recitare la preghiera mariana da “semplice” paziente, ma rivolto al mondo. Lo stile discreto e il buonumore non mancano ai due papi. Francesco è arrivato infatti al nosocomio della Capitale senza clamore, come un paziente qualsiasi, con i suoi soli effetti personali. E sembra che già subito dopo l’operazione abbia scherzato con i medici e gli infermieri al suo capezzale, oltre che con gli uomini della sicurezza vaticana che vigilano su di lui.

(fonte Sir)