Molino Cordero: cerimonia per le vittime con gli scavi per il nuovo memoriale

Venerdì 16 luglio cade il 14° anniversario della tragedia. Il monumento alle cinque vittime verrà arretrato e posizionato nella nuova area alla confluenza tra via Torino e via Paglieri

Molino Cordero Monumento01

Sono cominciati a inizio settimana gli scavi per il nuovo memoriale delle vittime dell’esplosione al Molino Cordero. Verrà realizzato tra via Torino e via Paglieri e consisterà in un’area di 180 mq ripavimentata, attrezzata con panchine e circondata dalle siepi dove troverà posto, leggermente arretrato rispetto alla sua posizione attuale, il monumento di Paolo Serrau illuminato da faretti, che verrà temporaneamente rimosso e poi piazzato nella sua nuova collocazione a fine lavori. 

L’intervento non sarà ancora terminato per venerdì 16 luglio, 14° anniversario della tragedia. La cerimonia in memoria dei cinque lavoratori che persero la vita nell’esplosione del Molino, Mario Ricca, Marino Barale, Valerio Anchino, Antonio Cavicchioli e Massimiliano Manuello, avrà come sfondo, pertanto, un cantiere in corso.  

Il memoriale era una delle opere a scomputo (costo 40 mila euro) a carico dell’impresa che ha costruito il nuovo supermercato, il Penny Market, aperto poco meno di un anno fa. Ma i tempi sono andati per le lunghe e l’impresa non è riuscita a partire in tempo utile. Presumibilmente, l’intervento sarà completato entro la fine dell’estate. “Avrei preferito organizzare la cerimonia già con la nuova sistemazione - afferma il sindaco Dario Tallone -, ma alcune modifiche hanno allungato i tempi. Ho chiesto in ogni caso di dare una ripulita a tutta l’area per il giorno della manifestazione”. 

Su "la Fedeltà" di mercoledì 14 luglio