Fossano, 20enne aggredito in centro: fratture al naso

Nella notte tra venerdì e sabato - Il sindaco: "Ci sono bande che violentano la nostra città, nessun collegamento con la manifestazione degli aperitivi"

Polizia Locale SALUSSOLIA
Foto Loris Salussolia

Aggressione in via Roma a Fossano, nella notte tra venerdì e sabato scorso. Secondo la ricostruzione della sorella, che ha denunciato il fatto su Facebook, un giovane fossanese è stato picchiato da un gruppo di ragazzi. Uno degli aggressori ha distratto il 20enne con un pretesto; gli altri lo hanno tempestato di pugni, tanto da procurargli fratture scomposte al naso. La vittima, medicata in ospedale, ha presentato denuncia contro ignoti: non conosceva i suoi assalitori, che lo hanno aggredito senza motivo.

Se confermato, quanto successo evoca davvero scene da “Arancia meccanica”. La sorella del giovane aggredito non nasconde lo sgomento: “Fa paura crescere in una società come questa: a mio fratello poteva andare peggio. Negli anni della scuola media ho vissuto l’inferno a causa dei bulli, poi ho cambiato carattere e imparato ad alzare la testa; ma oggi ci sono episodi come questo. Tutto è peggiorato, dal mio punto di vista, dopo le varie chiusure causate dal lockdown: è come se avessero aperto i recinti e gli animali fossero scappati fuori in prenda ad una furia distruttiva”.

Un brutto episodio simile era già accaduto nella settimana precedente, sempre nella notte del venerdì, quando un giovane aveva riportato ferite alla testa durante uno scontro fisico. Il venerdì è anche la sera in cui via Roma viene chiusa al traffico perché possa ospitare “It’s friday then...”, manifestazione che porta il rito dell’aperitivo in strada.

Il commento del sindaco di Fossano, Dario Tallone: “Sono episodi di cui tutti siamo a conoscenza e che sono difficili da sradicare, sebbene le Forze dell’ordine, che ringrazio, facciano l’impossibile; eppure quando il sindaco denuncia questi episodi, gli viene risposto che li vede solo lui. Voglio sottolineare che quanto è successo non ha nulla a che vedere con la chiusura di via Roma e con la possibilità per gli esercenti di lavorare il venerdì sera: finché i bar sono aperti, anzi, non abbiamo problemi. Ci sono bande di giovani, in particolare una di extracomunitari, che stanno violentando la nostra città. Compiono numerosi atti vandalici, sradicano perfino i mattoni del bastione che ogni mattina un volontario provvede a raccogliere e che faremo risistemare: il fossato del castello è ancora chiuso perché non facciano lo stesso lì, e sto riflettendo se chiudere di notte anche il bastione”.