Rapporto Iss: il 99% dei morti da febbraio non aveva completato il ciclo vaccinale

Per chi aveva la vaccinazione completa età media maggiore e più patologie pregresse

Covid 19 Foto Di Fusion Medical Animation Su Unsplash02
Foto di Fusion Medical Animation - Unsplash

Quasi 99 deceduti per Covid su 100 dallo scorso febbraio non avevano terminato il ciclo vaccinale, “e fra quelli che invece lo avevano completato si riscontra un’età media più alta e un numero medio di patologie pregresse maggiori rispetto alla media”. Lo afferma un approfondimento contenuto nel report periodico sui decessi dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss).
Fino al 21 luglio scorso “sono 423 i decessi Sars-CoV-2 positivi in vaccinati con ‘ciclo vaccinale completo’ e rappresentano l’1,2% di tutti i decessi Sars-CoV-2 positivi avvenuti dallo scorso 1° febbraio (in totale 35.776 decessi), scelto come data indice perché corrisponde alle cinque settimane necessarie per il completamento del ciclo vaccinale a partire dall’inizio della campagna”.
Rispetto alla totalità dei decessi, “nel campione dei deceduti con ‘ciclo vaccinale completo’ l’età media risulta decisamente elevata (88,6 a fronte di 80 anni)”. Inoltre, “il numero medio di patologie osservate in questo gruppo di decessi è di cinque, molto più alto rispetto ai decessi della popolazione generale”.