Concerto in quota per Stefano Bollani

Organizzato da Suoni dal Monviso e Occit’Amo

Stefano Bollani
Foto Valentina Cenni

Fare sinergia sul territorio è la cifra che ha portato Suoni dal Monviso e Occit’Amo, i due festival musicali dell’estate Terres Monviso, ad organizzare un grande evento comune: il concerto del pianista Stefano Bollani. La visione d’insieme e la volontà di fare rete del progetto Terres Monviso, il cui capofila è il Comune di Saluzzo, si concretizza in una importante coproduzione che, nell’anno della ripartenza, ha il valore di guardare al futuro in un’ottica d’insieme che mette la cultura, il paesaggio e il pubblico, al centro.
L’appuntamento, in calendario per domenica 8 agosto alle 12 a Pian Pilun/Colle di Gilba, location che ha già ospitato altri momenti musicali di grande richiamo nelle estati precedenti, si svolge naturalmente in collaborazione con gli Enti locali presenti sul territorio.
Il concerto per “Piano solo” di Stefano Bollani si preannuncia come uno dei momenti clou dell’estate cuneese, un momento in cui la grande musica abbraccerà un ambiente di indiscussa bellezza, diventando uno dei tasselli che rilanciamo la grande sfida per la candidatura di “Saluzzo Monviso 2024”.
Stefano Bollani è una delle figure pianistiche più stimate e apprezzate a livello internazionale, oggi protagonista indiscusso anche del palinsesto televisivo nelle serate di Rai 3. Artista poliedrico, fresco reduce dal grandissimo successo riscosso dalla trasmissione “Via dei Matti numero zero” andata in onda sulla Rai e condotta insieme alla moglie, l’attrice Valentina Cenni.
Piano solo, più che un tradizionale concerto al pianoforte, è un omaggio all’arte dell’improvvisazione. Nel momento in cui Bollani salirà sul palco per il suo “one man show”, tutto potrà accadere. Non esiste, infatti, nessuna scaletta a cui aggrapparsi per seguire il succedersi dei brani, sarà un viaggio a perdifiato attraverso orizzonti musicali solo apparentemente lontani.
Si potrà passare così da Bach ai Beatles, da Stravinskij ai ritmi brasiliani, con improvvise incursioni nel pop o nel repertorio italiano degli anni Quaranta. In questo vero e proprio flusso di coscienza musicale, il riso e l’emozione si mescoleranno, per un momento indimenticabile.
La biglietteria è aperta sul circuito on line www.ticketone.it e, a Saluzzo, nel punto vendita On The Corner, in via Palazzo di Città, 1. La location del concerto è molto ampia, per cui il distanziamento è naturalmente garantito; l’accesso sarà riservato solo a 1.000 spettatori (e comunque verranno seguite scrupolosamente le disposizioni anti-Covid); sono previste postazioni sull’erba, segnalate con bandierine.
Per ulteriori dettagli è possibile consultare il sito www.suonidalmonviso.it