In Piemonte 879 mila persone non hanno ancora aderito alla campagna vaccinale

331 mila hanno più di 50 anni. Le iniziative delle Regione per incentivare il ricorso ai vaccini

Vaccini
(dal sito della Regione)

Sono 879.000 le persone che non hanno ancora aderito alla campagna vaccinale contro il Covid in Piemonte. Un numero consistente, che rappresenta il 22,7%, cioè quasi un quarto della popolazione piemontese dai 12 anni in su, oggetto della campagna vaccinale. Tra chi ha aderito, oltre il 92% ha già ricevuto almeno una dose e più dell’82% ha completato l’intero ciclo vaccinale. Lo rende noto l’ufficio stampa della Regione.
Fra quanti non hanno aderito alla campagna di vaccini, 331 mila hanno più di 50 anni: “È fondamentale che aderiscano - sottolineano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi -. Il vaccino è l’unica soluzione per uscire da questa emergenza. È lo strumento che permetterà ai nostri figli di tornare a scuola in presenza e alle nostre aziende di non chiudere. Il vaccino ci permetterà di vivere una nuova normalità, di cui abbiamo tutti davvero bisogno”.

Per accelerare la campagna vaccinale la Regione Piemonte ha adottato alcune iniziative:
• l’accesso diretto a tutte le fasce di età fino dal 18 al 31 agosto in alcuni degli hub del territorio piemontese, tra cui Fossano (sede della Protezione civile);
• l’hub del Valentino di Torino sarà a disposizione sabato 21 agosto per l’accesso diretto di cittadini di tutto il Piemonte dalle ore 8 alle 15;
• ha dato indicazione alle aziende sanitarie locali di programmare entro il 15 settembre le prime dosi dei soggetti che hanno aderito nell’ultimo periodo o aderiranno nei prossimi giorni.