Le conchiglie d’arte di Luca Giuliano

L’inaugurazione alla Nera venerdì 24 settembre. La mostra resterà aperta fino al 10 ottobre

Venerdì 24 settembre con l’inaugurazione della mostra “Identità nascoste” di Luca Giuliano la Confraternita della Misericordia, nota come la Nera, propone il secondo appuntamento culturale in attesa di celebrare nel 2022 i 400 anni della nascita.
Luca Giuliano, classe 1994, cresce ai piedi delle colline di Manta. Dopo aver conseguito la laurea triennale in Design e Comunicazione visiva al Politecnico di Torino, sceglie di frequentare il corso di Grafica- Stampa dell’arte presso l’Accademia Albertina di Belle arti di Torino, dove ha avuto modo di sperimentarsi nell’incisione calcografica, nella litografia e nelle tecniche su carta come la china e l’acquarello.
Le sue opere sono il frutto di un’appassionata ricerca svolta su diverse conchiglie collezionate e conservate nel tempo insieme al padre (l’artista Bruno, docente all’Accademia di Belle arti di Cuneo) nell’atelier nel centro storico di Saluzzo, dove coltivano insieme la passione per l’arte grafica, pittorica e scultorea.
E proprio i suoi lavori sulle conchiglie sono il tema della mostra allestita alla Nera dalla mano del rettore Davide Bressi, anch’egli laureato all’Accademia delle Belle arti. “Le conchiglie dell’artista Luca Giuliano creano un dialogo con il contesto della Confraternita - spiega Bressi -, dove la conchiglia ritorna come tema dominante espressione della letteratura artistica-religiosa. Troviamo, infatti, all’interno della chiesa molte raffigurazioni di conchiglie sia nell’architettura che nelle opere lignee e addirittura sugli abiti dei pellegrini, personaggi presenti nel tradizionale Mortorio pasquale”.
L’artista Luca Giuliano realizza le sue opere rimanendo fedele alle tecniche del passato, in una costante ricerca che spazia dal disegno alla pittura a olio, dall’incisione all’acquaforte.
La mostra sarà inaugurata venerdì 24 settembre alle 18. Sarà visitabile fino al 10 ottobre il sabato e la domenica dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 18.

Articolo su la Fedeltà di mercoledì 22 settembre