La chiesa del Salice compie sessant’anni

Domenica 17 ottobre la celebrazione con gli ultimi tre parroci

Salice Chiesa Interno

La chiesa del Salice di corso Colombo a Fossano compie in questi giorni sessant’anni. Il nuovo tempio veniva consacrato dal vescovo Dionisio Borra il 7 ottobre 1961. Domenica 17 ottobre, per ricordare l’evento, la messa delle 10,30 verrà concelebrata dagli ultimi tre parroci, che verranno accolti sul sagrato della chiesa alle 10,15: don Carlo Musso, che nel 1967 raccolse l’eredità di mons. Lorenzo Berardo, don Mario Dompé e don Damiano Raspo. La liturgia sarà quella della dedicazione, proprio per riallacciarsi idealmente a quell’evento di 60 anni fa. Un tema richiamato anche dalla composizione in questi giorni allestita davanti all’altare (nella foto sotto): alcuni mattoni, un po’ di terra, la zappa, la pergamena che testimonia la posa della prima pietra (20 novembre 1955), la pietra proveniente dalla vecchia chiesa del Salice che custodiva le reliquie “incastonate” nell’altar maggiore. C’è la memoria, ma anche l’idea della Chiesa costruita su solide fondamenta ma continuamente da costruire, cantiere in cui le persone sono le vere pietre angolari. Oltre ai tre parroci ospiti domenica, durante la settimana in corso e la prossima, si alternano nella celebrazione della messa feriale i tanti curati che hanno collaborato all’edificazione della comunità in questi 60 anni.