Battesimo a San Biagio per la stalla futuristica dell’azienda Tallone

In funzione da agosto, è stata inaugurata a inizio ottobre. Un braccio-robot effettua la mungitura di 300 capi, senza bisogno dell’uomo

Allevamento Tallone San Biagio

Un robot che munge da solo 300 capi di razza frisona. È una delle attrezzature avveniristiche della stalla della famiglia Tallone, a San Biagio di Centallo: una postazione tutta automatizzata - ricorda un auto-lavaggio - nella quale, docilmente, le mucche si prestano, mentre mangiano, a farsi mungere da un braccio robot, dotato di telecamera, che applica quattro tettarelle alle loro mammelle e che dopo aver completato l’operazione provvede anche alla sanificazione delle apparecchiature e alla disinfezione dell’animale.

Funziona h24, per una media di 3,5 mungiture al giorno per animale.

Alberto e Bruno, come le mogli Paola e Carla e i rispettivi figli (Davide, Marco, Luca e Matteo, più Arianna e Alice), ne vanno giustamente orgogliosi. “Abbiamo la passione per questo lavoro e da sempre cerchiamo di svolgerlo al meglio, sfruttando il progresso tecnologico - dicono -. Quest’ultimo progetto, in particolare, lo stavamo studiando da tempo, pensando al benessere animale. E anche un po’ al nostro”.

Venerdì 1° ottobre hanno anche voluto fare una piccola inaugurazione, con 150 invitati tra cui il senatore Giorgio Bergesio e il parroco don Piero Giobergia, che ha impartito la benedizione. “È stata una bella festa, un momento di convivialità per condividere la nostra soddisfazione con chi ha lavorato con noi - concludono -. Ora ci fermiamo un momento. Ma abbiamo già in mente quale potrà essere il prossimo passo: automatizzare l’alimentazione”.

San Biagio Tallone Allevamento Futuristico02San Biagio Tallone Allevamento Futuristico05

Articolo completo su "la Fedeltà" di mercoledì 20 ottobre