Un sentiero ricorderà padre Dario Falcone

Allestito nella frazione Murazzo di Fossano, grazie all'impegno di associazioni e volontari: il 23 ottobre l'inaugurazione

Un sentiero ricorderà padre Dario Falcone

Per i credenti persuasi che Dio si manifesti nella bellezza del Creato, non può esserci modo migliore di ricordare il sacerdote che per quasi undici anni ha guidato la parrocchia di Murazzo, fino al 2020. Nel verde della frazione fossanese, sta per essere inaugurato il Sentiero padre Dario: l’appuntamento è alle 15,30 di sabato 23 ottobre, nella piazza davanti alla chiesa. I partecipanti potranno scoprire l’itinerario che si snoda nei boschi, a due passi dal fiume Stura.

Il programma
La partenza, dopo il ritrovo alle 15,30, è prevista alle 15,45: si raggiungerà, alle 16, l’imbocco del Sentiero padre Dario, per l’inaugurazione e la benedizione del tracciato stesso. Alle 16,30 la camminata proseguirà lungo il tracciato del Sentiero padre Dario; alle 17 si farà tappa all’agriturismo “Fiori di zucca” per un rinfresco. Il pomeriggio si concluderà alle 19, con la messa celebrata nella chiesa di Murazzo.
Chi desidera maggiori informazioni sull’evento può telefonare al 335.5295822.

Padre Dario e “I 400”
A lungo missionario nella fila della Società Missioni africane, padre Dario Falcone operò in Africa e America meridionale prima di approdare, nel 2009, nella parrocchia di Murazzo, che ha guidato fino all’anno scorso, quando è morto a 81 anni, ospite nella Casa del clero a Fontanelle di Boves dopo un intervento chirurgico.
Nel 2010, quando si contarono quattro secoli dalla fondazione della parrocchia di Murazzo, padre Dario chiese alle associazioni locali di organizzare un evento che celebrasse l’anniversario: l’obiettivo era anche quello di raccogliere fondi per il restauro della facciata della chiesa. Nacque così la “Corsa dei 400”, che tuttora viene proposta durante l’estate, nell’attesa della festa della frazione. Complice la sinergia che si creò fra le associazioni locali e “Sportification”, realtà fossanese che è un punto di riferimento per gli appassionati di outdoor, nel 2014 il numero degli iscritti superò i 400 e negli anni successivi è cresciuto ancora. Se lo scorso anno l’evento non si è svolto a causa della pandemia di Coronavirus, nel 2021 l’undicesima edizione della “Corsa dei 400” sarà anche il primo “Memorial padre Dario”: peraltro il tracciato previsto per la corsa, che si snoda lungo le stradine di Murazzo, ingloba lo stesso Sentiero padre Dario.
“È bello - commenta Daniele Ghigo, presidente di Sportification - veder nascere, concretizzarsi e crescere un’iniziativa come questa che, attraverso il tracciato del Sentiero padre Dario, resterà in futuro una risorsa per tutta la comunità di Murazzo e di Fossano. È la dimostrazione che, grazie alla collaborazione e alla passione costante di tanti volontari e a un dialogo costante con istituzioni, associazioni, privati locali e sponsor i progetti si possono realizzare venendo incontro alle esigenze di tutti”. “Vi aspettiamo - conclude Ghigo dando appuntamento a sabato - per inaugurare insieme un sentiero in ricordo di una grande persona, padre Dario”.

Nel Parco fluviale
Il sentiero vuol essere anche l’occasione di conoscere meglio la flora e la fauna dei boschi di Murazzo. Per questo saranno collocati due pannelli informativi.
Ghigo auspica inoltre che l’inaugurazione del Sentiero padre Dario “possa esser di buon auspicio per i progetti futuri che il Parco fluviale porterà e costituisca le fondamenta per un dialogo costante con il parco stesso”. Com’è noto, il territorio di Fossano è già stato inserito dalla Regione nel Parco naturale Gesso e Stura; manca l’adesione “politica” dell’attuale Amministrazione comunale, che non ha ancora ratificato la convenzione con cui si governa l’ente, ritenendo necessarie alcune modifiche.