Nuovo cortile del Duelli, un salotto all’aria aperta

Intervento del Comune di Centallo. È stato sfruttato in estate per ospiti e operatori. Mercoledì 13 ottobre la cerimonia di inaugurazione

Centallo Duelli cortile pavimentazione

Regala un bellissimo colpo d’occhio la nuova pavimentazione del cortile del Duelli. È formata da quartetti di piastrelle di pietra di forma e colore diversi, è stata voluta e pagata dall’Amministrazione comunale e ha trasformato il cortile interno delle ex scuole medie in un salotto all’aria aperta. Mercoledì mattina 13 ottobre è stata inaugurata con lo scoprimento di una targa alla presenza del sindaco e degli amministratori, degli ospiti e degli operatori del laboratorio - il coordinatore Gianpaolo “Pilli” Delerba e il suo staff al femminile composto dalle educatrici Carla, Anna e Margherita - e di Radmar Dos Santos, la nuova presidente (dal 20 settembre) della cooperativa Armonia Work, di cui il Duelli fa parte, che si occupa dell’inserimento lavorativo di persone fragili e svantaggiate e che dal 2014 ha sede legale e amministrativa a Centallo. Targa e partecipanti hanno ricevuto la benedizione impartita da don Carlo Musso, che questo cortile aveva frequentato ai tempi delle scuole elementari, tra il 1935 e il 1940.

“È l’ennesima volta che il Comune interviene concretamente, con rapidità, a favore del laboratorio” ha ricordato Carla Galante in apertura della piccola cerimonia. “La nuova pavimentazione - ha aggiunto - è già stata sfruttata in estate come spazio per la ricreazione e le riunioni degli operatori”.

Il cortile rimesso a nuovo è un tassello del percorso di crescita del Duelli che si compone anche di diversi altri elementi: il progetto finanziato dal Consorzio socio-assistenziale del Cuneese in collaborazione con il Centro autismo di Mondovì che permetterà di accogliere altri ospiti (si dovrebbe arrivare a 25-26), il contestuale aumento di ore degli operatori, lo sviluppo delle attività esistenti (laboratori di ceramica e assemblaggio di componenti in plastica, di raccolta di mirtilli, di produzione di biglietti di auguri con il riciclaggio della carta).

Il prossimo obiettivo è quello di aprire un piccolo emporio, proprio nel cortile, riutilizzando il vecchio magazzino per vendere la merce prodotta e confezionata in proprio. “Sarebbe bello - ha proseguito Galante - portarlo avanti con l’aiuto dei giovani della parrocchia”. Il sindaco Giuseppe Chiavassa ha garantito il massimo sostegno del Comune (“non finisce qui: faremo di più per completarlo. Abbiamo idee e anche qualche soldino”), dopo aver ribadito il proprio legame sentimentale con il Duelli e con i suoi ragazzi, che “mi hanno regalato enormi soddisfazioni e momenti belli ed emozionanti”. “Chi non lo conosce - ha concluso - perde una fetta di vita”.

Su "la Fedeltà" di mercoledì 20 ottobre