I versi di Mariano tradotti in polacco

Presto il poeta del Monviso sarà a Milano con un autore candidato al Nobel per la letteratura

Varsavia e il Monviso sono più vicini. Alcuni testi di Beppe Mariano, poeta che ha cantato le montagne del Cuneese, sono state tradotte per la prima volta in lingua polacca. Nel mese di ottobre, la rivista mensile Bezkres ha infatti dedicato due pagine ad alcune recenti poesie dell’autore italiano, della cui traduzione si è occupata un’altra poetessa, Izabella Teresa Kostka.

I versi di Mariano sono già stati tradotti in francese, tedesco e portoghese, rispettivamente a cura di Charles Vegliante, Stefanie Golisch e Patricia Peterle. Peterle, in particolare, ha inserito Mariano nell’antologia "Vozes, cinco decàdas de Poesia italiana", che ha curato con Elena Santa: in questa raccolta, pubblicata a Rio de Janeiro dagli italianisti delle Università brasiliane, compaiono con Mariano soltanto altri 29 autori fra tutti i poeti del Belpaese che hanno scritto negli ultimi cinquant’anni.

Mentre i suoi versi si diffondono nel mondo, Mariano il prossimo 19 novembre sarà a Milano per “Book city”, manifestazione che si svolge ogni anno nel capoluogo lombardo. “Dopo l’Occidente” è il titolo dell’incontro a cui parteciperà, all’Università cattolica del Sacro Cuore. Con lui ci saranno Giuseppe Langella, professore di Letteratura italiana moderna e contemporanea nello stesso ateneo, e Guido Oldani, poeta di recente candidato al premio Nobel per la letteratura.