La mappa più grande d’Italia è a Trinità

Mercoledì presentato al pubblico il documento storico del 18° secolo dopo i lavori di restauro

Con una piccola spesa, di poco superiore ai 20mila euro, e il sostegno delle Fondazioni Crf, Crt e privati, è stato recuperato un patrimonio storico del nostro territorio.
Mercoledì mattina il sindaco Ernesta Zucco con orgoglio e un po’ di commozione ha presentato la mappa catastale pre-napoleonica risalente al 18° secolo recentemente restaurata. Il documento, precisamente del luglio 1790 (come riportato sulla stessa mappa) “è un’opera unica per le sue dimensioni. Parliamo di una mappa di 6,40 per 2,80, la più grande d’Italia - ha sottolineato il sindaco -. Un vero gioiello che riproduce il territorio trinitese di tre secoli fa. Ritroviamo i nomi delle cascine, delle regioni che furono la terra dei nostri avi”. Rimasta per anni a impolverarsi tutta spiegazzata in un angolo dell’archivio storico del Comune, dopo un importante restauro a cura dello studio Soseishi snc di Torino, lo scorso febbraio è ritornata in Municipio. Ora è possibile visionarla.