Non c’è sostituto, l’Atc Cn1 verso il commissariamento

Crisi aperta con le dimissioni del presidente. Fino ad oggi non sono emerse figure alternative

Cinghiali Foto Costanza Bono02
Foto Costanza Bono

Il Comitato di gestione dell’Atc Cn1 non è riuscito a trovare un sostituto di Josep D’Agostino (Arcicaccia), presidente dimissionario. La conseguenza, salvo sorprese, sarà la nomina di un commissario per gestire fino a nuove elezioni l’Ambito territoriale di caccia più vasto della Granda, con i suoi 92 mila ettari, che ha per cuore Fossano e si estende da Borgo San Dalmazzo fino a Cherasco. È quanto riporta uno stringato comunicato del Comitato di gestione precisando che “nella riunione del 17 novembre, avente all’ordine del giorno la rielezione del presidente, non è risultata possibile alcuna candidatura tra i componenti rimasti nel Consiglio”. Di conseguenza “la Provincia di Cuneo ora provvederà alla valutazione di un commissario”.

Articolo completo su "la Fedeltà" di mercoledì 24 novembre