La Fondazione Matteo ha assegnato i contributi 2021

Tra i beneficiari anche la cooperativa Armonia Work con il laboratorio Duelli

Fondazione Matteo Costamagna consegna contributi 2021

C’è anche la cooperativa sociale Armonia Work di Centallo tra i beneficiari dei contributi annuali della Fondazione Matteo Costamagna. Ammonta a 2.283 euro che sono stati destinati all’acquisto di tavoli da lavoro per i nuovi laboratori, di una bilancia conta pezzi e tavoli e sedie per il refettorio del Duelli, il centro di avviamento al lavoro per persone disabili e svantaggiate che attualmente conta 23 utenti. Alcuni di loro (vedi voto) hanno partecipato con il coordinatore Gianapolo Delerba alla cerimonia che si è tenuta venerdì 12 dicembre nel salone della Parrocchia di San Paolo. Gli altri beneficiari sono la cooperativa sociale Il laboratorio di Dronero (1.933 euro) e l’associazione Genitori Pro Handicap di Cuneo (1.200 euro). Inoltre, come ogni anno, sono state assegnate quattro borse di studio, del valore di 500 euro l’una, ad altrettanti studenti dell’Istituto “Bonelli” di Cuneo che si sono distinti nel binomio Scuola-Sport, come faceva Matteo. Gli alunni vincitori sono stati Beatrice Mandrile (Ginnastica ritmica), Eleonora Chiesa (Pallacanestro), Silvia Rebuffo (Pallavolo), William Giordano (Nuoto).

Oltre a sostenere iniziative sociali sul nostro territorio, la Fondazione è impegnata nel Progetto Senegal, in particolare verso il villaggio di Baboucar Tombou dov’è operativa “La Case de Santè” costruita e inaugurata nel 2004, da sempre la realtà prioritaria poiché consente a circa 900 abitanti del villaggio di essere assistiti e curati, ivi comprese le vaccinazioni ai bambini e dal 2020 anche quelle per combattere il Covid 19. Annessa all’ambulatorio, inoltre, è stata eretta una struttura adibita per la maternità, un servizio in favore delle donne che possono partorire in un reparto attrezzato e seguite da personale preparato. La retribuzione degli infermieri e dell’ostetrica, l’acquisto dei medicinali e la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strutture, sono totalmente a carico della Fondazione. Ulteriore sostegno agli abitanti di Baboucar Toumbou è poi la “Maison de Travail” con macchine per la lavorazione del miglio, dalla trebbiatura alla trasformazione in farina. Il terzo ordine di aiuti è alla scuola del villaggio, frequentata da oltre 200 alunni, mediante l’approvvigionamento delle derrate alimentari necessarie per la mensa, ma anche l’acquisto di gran parte del materiale didattico e, dal 2019, l’assegnazione di cinque borse di studio agli alunni più meritevoli.