Pnrr, Coldiretti: 1,2 miliardi per i contratti di filiera

Per Coldiretti Cuneo un tassello fondamentale per l'equa remunerazione e tutela delle produzioni del territorio

Commenti positivi da Coldiretti Cuneo per la firma del decreto sui contratti di filiera da 1,2 miliardi di euro di risorse del PNRR.
“La firma – evidenzia Roberto Moncalvo Delegato Confederale Coldiretti Cuneo – sottolinea la volontà del MIPAAF di investire su uno strumento fondamentale per migliorare i rapporti nel mondo agroalimentare. I contratti di filiera sono un tassello in più per l’equa distribuzione del valore lungo la filiera e per tutelare il reddito degli agricoltori dalle pratiche sleali. Coldiretti lavora da anni su questo, anche insieme a Filiera Italia, e siamo pronti a presentare progetti operativi per utilizzare al meglio queste risorse. Come dimostrano i progetti di filiera già messi in atto in Piemonte, dal latte al grano fino alle nocciole, un’adeguata remunerazione del lavoro degli imprenditori è condizione imprescindibile per mettere al sicuro le filiere agroalimentari e continuare a garantire ai consumatori prodotti di qualità che sostengono l’economia, il lavoro e il nostro territorio su cui è presente una straordinaria biodiversità”.
Il contributo dello Stato ai contratti di filiera e di distretto è concesso in coerenza con la normativa comunitaria in materia di aiuti di Stato, per diverse tipologie di investimenti. I progetti finanziabili possono avere un volume di investimenti da 4 a 50 milioni di euro.
Le spese ammissibili comprendono le seguenti tipologie: investimenti per la produzione primaria, per la trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli, per la promozione e la pubblicità di prodotti di qualità certificata o biologici, ricerca e sperimentazione.