Obiettivo Pnrr per il nuovo Consiglio provinciale

Si è insediato martedì 28 dicembre. Il presidente Borgna: “Dobbiamo garantire la rappresentanza di tutto il nostro territorio”

Consiglio provinciale

Riunione di insediamento, martedì 28 dicembre, per il nuovo Consiglio provinciale eletto dai sindaci e consiglieri comunali della Granda. Dodici i nuovi consiglieri che andranno a lavorare a fianco del presidente Federico Borgna, in scadenza soltanto l’anno prossimo con il termine della carica di sindaco di Cuneo. “Oggi inizia una nuova fase con un nuovo Consiglio provinciale - ha detto il presidente Borgna -, il quarto dopo la riforma Delrio. Raccogliamo i frutti di una stagione e ne iniziamo un’altra che vedrà l’ente sempre più impegnato non solo nelle sue storiche competenza come viabilità, edilizia scolastica, ambiente e molto altro, ma anche su un fronte nuovo che sarà quello del Pnrr e dei fondi europei. Siamo stati la prima provincia d’Italia a fare un piano strategico in tal senso: abbiamo un obiettivo chiaro che è quello di realizzare i nostri punti programmatici fondanti. Dobbiamo garantire la rappresentanza di tutto il nostro territorio e da parte mia farò il possibile perché questo accada”.

I neo consiglieri, di cui è stata convalidata l’elezione, sono espressione di tre liste, mentre una quarta lista non ha raggiunto un numero sufficiente di voti. Sui banchi del Consiglio siedono quindi cinque consiglieri della lista “Ripartiamo dalla Granda”: Massimo Antoniotti, consigliere provinciale uscente e consigliere comunale a Borgomale; Graziella Viale, vicesindaco di Roaschia; Marco Bailo, sindaco di Magliano Alpi; Simona Giaccardi, presidente del Consiglio comunale di Fossano e Stefano Rosso, vicesindaco di Sommariva Perno. Cinque i consiglieri eletti anche per la lista “La Nostra Provincia”: Silvano Dovetta, sindaco di Venasca e presidente dell’Unione Montana Valle Varaita; Bruna Sibille, consigliere comunale di Bra, ex assessore provinciale e regionale; Rosanna Martini, consigliere di Alba; Flavio Manavella, vicepresidente uscente e consigliere comunale a Bagnolo e Mauro Astesano, sindaco di Dronero. Infine, la lista “Granda in Azione” ha espresso due consiglieri: Pietro Danna, consigliere provinciale uscente e consigliere comunale di Monastero Vasco e Vincenzo Pellegrino consigliere comunale a Cuneo.

Politicamente, la prima lista fa riferimento al Centro-destra, la seconda al Centro-sinistra “allargato”, la terza ad “Azione”, il movimento di Carlo Calenda di cui Enrico Costa è plenipotenziario per la provincia di Cuneo. Nelle prossime settimane si procederà all’assegnazione delle deleghe ai dodici consiglieri.

Su "la Fedeltà" di mercoledì 5 gennaio