Gli appuntamenti della Befana

Ultimo giorno d'apertura per la mostra al Duomo - Sabato e domenica "visite giocate" al castello

Natale luci a Fossano

Non solo i presepi che sono stati ovviamente inaugurati nell’attesa del Natale, ma anche nuovi eventi. Il calendario fossanese steso per questo periodo di feste continua ad essere ricco di iniziative.

La riapertura della sala delle Grottesche all’interno del castello, in collaborazione con la fondazione Artea, ha di certo fatto felici quanti amano l’arte, che qui hanno l’occasione di ammirare il lavoro del pittore fiammingo Giovanni Caracca. Dopo l’inaugurazione avvenuta lo scorso 17 dicembre, la sala delle Grottesche può essere visitata dal mercoledì alla domenica, fino al 25 aprile: la partenza dei tour guidati avviene alle 11 e alle 15, è consigliata la prenotazione.

Nel fine settimana, sabato 8 e domenica 9 gennaio, sempre al castello saranno nuovamente proposte le “Visite giocate”. L’iniziativa, pensata soprattutto per i più piccoli, permette di conoscere meglio spazi e storia della struttura immedesimandosi in alcuni personaggi.

Ulteriori informazioni e prenotazioni su questi eventi si possono avere telefonando allo 0172.60160 o inviando un’e-mail all’indirizzo di posta elettronica iatfossano@cuneoholiday.com; per partecipare ad una visita alla sala delle Grottesche, ci si può rivolgere anche allo 0172.699618.

Le iniziative del calendario natalizio, che si concludono appunto l’8 il 9 gennaio, sono state organizzate dall’Amministrazione comunale con il supporto della Cassa di risparmio di Fossano e dell’Azienda turistica locale del Cuneese. E sono state dedicate alla memoria di Stella Gramaglia: dipendente dell’ufficio Manifestazioni del Comune, Stella è morta lo scorso 20 novembre, per un malore, a soli 55 anni.

ALTRI APPUNTAMENTI

Presepe all’Istituto salesiano di Fossano
Anche per il Natale 2021, è stato allestito il presepe dell’Istituto salesiano Maria Ausiliatrice in via Verdi a Fossano: lo accoglie la sala Domenico Savio.
La Natività è visitabile dal lunedì al sabato dalle 16 alle 17,30 e la domenica dalle 11 alle 12 e dalle 15 alle 17,30.

“In fuga da Nazareth”, in Duomo 
Fino a giovedì 6 gennaio in Cattedrale a Fossano, è possibile visitare la mostra “In fuga da Nazareth”, proposta dalle parrocchie della città di Fossano. Curata dall’associazione culturale torinese Midrash e realizzata da Massimiliano Ungarelli, la mostra denuncia, attraverso la forza delle immagini, il dramma umanitario dei profughi in atto in tutto il mondo. “La fuga per la vita, la fuga in Egitto da Nazareth si ripete tragicamente ogni giorno e sono i profughi a rievocarla in un amaro presepe”, sottolineano gli ideatori.
I quadri della mostra, ad eccezione del primo che ha dato origine all’intera produzione, sono tratti volutamente da foto vere, sono persone reali, veri profughi, perseguitati e poveri del nostro tempo, veri padri e madri che si accompagnano sempre con i propri figli, l’unica vera ricchezza che possiedono, anche quando questi sono assenti.
Alla mostra si lega un altro appuntamento. Sempre oggi (giovedì 6 gennaio), alle 18 il vescovo Piero Delbosco presiede la “Messa dei popoli” nella solennità dell'Epifania e alle 21 la performance di chiusura con il Gruppo Catartico.

Befana avisina: niente festa, sì ai regali
A causa dell’emergenza coronavirus, che non è ancora stata del tutto superata, l’Avis di Fossano non organizza la tradizionale festa dell’Epifania: i “doni della Befana”, tradizionalmente destinati ai figli fino a 12 anni dei donatori attivi, arrivano però anche in questo 2022 e possono essere ritirati nella sede dell’associazione al numero 94 di via Roma (gli “avisini” di Genola, Trinità, Sant’Albano e Salmour sono invitati a rivolgersi al capogruppo del proprio Comune). Più precisamente, i regali verranno distribuiti, appunto in sede, oggi (giovedì 6 gennaio) dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17 (per ulteriori informazioni telefonare al 339.7999782).