Fossano “cresce” di 6 abitanti

Molti nuovi residenti, ma il numero di morti supera quello dei nati; stranieri sotto il 10%

Fossano Vista Dall'alto Ph. Davide Dutto
Foto di Davide Dutto

La popolazione di Fossano cresce di 6 unità. Il numero di residenti passa così dai 24.115 del 1° gennaio del 2021 ai 24.121 che l’ufficio Anagrafe ha registrato lo scorso 31 dicembre. Di questi 24.121, i maschi sono 12.059 e 12.062 le femmine.

Il piccolo incremento demografico si deve al “saldo migratorio”, cioè alla differenza fra quanti lo scorso anno si sono trasferiti a Fossano e quanti hanno lasciato la città. I “nuovi iscritti” all’Anagrafe sono 759, mentre i “cancellati” sono 663: si registra quindi un + 96.

È negativo, per contro, il saldo naturale, cioè la differenza tra i fossanesi deceduti nel 2021 e i fossanesi nati nello stesso anno. I morti sono 280, i nuovi nati 190: la differenza è quindi - 90.

DENATALITA'
Questo numero - di poco compensato dal saldo migratorio - denuncia come anche Fossano “soffra” di bassa natalità. È, com’è noto, un problema di portata nazionale, che avvia l’Italia verso quello che è stato definito un “inverno demografico”.
Secondo i dati raccolti nei primi 11 mesi del 2021 (quelli di dicembre non sono ancora disponibili), le fasce di età in cui si colloca il maggior numero di fossanesi sono quelle da 45 a 49 anni, da 50 a 54 e da 55 a 59. Ben 1.894 i fossanesi che hanno compiuto 80 anni registrati sempre a novembre: di questi, 1.155 sono donne, che si confermano più longeve.

DECESSI E COVID
Il numero di morti nel 2021 - 280 - appare (quasi) in linea con i dati registrati dal 2015 al 2019. I decessi furono 288 nel 2015, 271 nel 2016, 279 nel 2017, 234 nel 2018 e 261 nel 2019, per una media dei cinque anni di circa 267.
Una cifra ben più elevata è stata registrata nel 2020, quando si contarono 344 morti. Un numero tanto grande è da attribuire ragionevolmente alla pandemia: il 2020 fu, peraltro, il primo anno di convivenza con il virus. Secondo i dati trasmessi dal Comune, di quei 344 lutti 38 si dovevano direttamente al Coronavirus: l’impennata di mortalità, a paragone con gli anni precedenti, è stata molto probabilmente provocata anche dalle notevoli difficoltà che, sempre a causa della pandemia, il sistema sanitario ha dovuto affrontare nell’occuparsi delle comuni patologie.
Ovviamente, anche il 2021 è stato condizionato dalla presenza del Covid-19, a cui sono attribuiti 17 dei 280 decessi totali. Complice - molto probabilmente - la vaccinazione di massa, che ha raggiunto innanzitutto le persone più fragili prima di essere estesa al resto della popolazione, lo scorso anno si è chiuso con un numero di morti che, per fortuna, si discosta da quello del 2020.

STRANIERI E FAMIGLIE
Gli stranieri presenti in città alla fine dello scorso novembre erano 2.393: costituiscono il 9,9% della popolazione totale che vive a Fossano. Ovviamente, questa percentuale può essere mutata a dicembre; ma, a meno che l’ultimo mese del 2021 abbia fatto registrare una variazione straordinaria, si può osservare come la presenza di stranieri nella città degli Acaja si mantenga stabile.
Ancora i dati raccolti fino a novembre ci dicono come un buon numero di fossanesi viva solo (sono 3.585 le famiglie con un solo componente) o in coppia (3.140 le famiglie con due componenti). I nuclei con 3 componenti sono 1.699, quelli con 4 1.455.
Se il tema è la famiglia, si può poi citare il numero di matrimoni. Nel 2021 ne sono stati celebrati 77. Quaranta coppie hanno pronunciato il loro “sì” con cerimonia civile, 37 con cerimonia religiosa.

FRAZIONI E MESTIERI
Sempre secondo i dati dell’Anagrafe disponibili fino allo scorso novembre, il grosso della popolazione fossanese - ben 19.012 persone - vive nel capoluogo. Quanto alle frazioni, la più popolosa è Murazzo, con 727 abitanti; seguono San Sebastiano (657) e Maddalene (506). Nel centro della città, borgo Salice, con i suoi 5.826 residenti, è il quartiere più popoloso; secondo gradino del podio per borgo Sant’Antonio (4.218) e terzo per borgo Nuovo (3.191).
Qualche altra curiosità - sempre attingendo dai dati disponibili fino a novembre - riguarda i mestieri più diffusi a Fossano. Gli operai sono 3.633, gli impiegati 2.933, gli artigiani 1.195, i liberi professionisti 589, gli insegnanti 578, gli agricoltori 577, gli esercenti 575 e gli imprenditori 236. Complice la presenza di due reggimenti della Brigata alpina Taurinense, nella città degli Acaja vivono 208 persone “appartenenti al Corpo armato”; si contano inoltre 26 artisti e 13 sportivi di professione.