Lutto nel ciclismo per la morte di Lorenzo Tealdi

Fossanese d'origine, aveva portato il Giro d'Italia e il Tour sulle strade della Granda

Lutto per la morte di Lorenzo Tealdi
Tealdi a Fossano, ospite del Giro Donne, nel luglio 2021

Un nome indissolubilmente legato allo sport, e al ciclismo in particolare. Colui che ha portato in Granda il Giro d’Italia e il Tour de France. Un appassionato instancabile. Lorenzo Tealdi si è spento ieri, mercoledì 19 gennaio, all’Ospedale di Mondovì, dove era ricoverato. Aveva 85 anni. Fossanese di origine, e monregalese di adozione, Tealdi è stato anima e cuore dei più grandi eventi in provincia di Cuneo legati al ciclismo. Non solo organizzatore, ma anche direttore sportivo in squadre dilettantistiche a Fossano, Genola e Cuneo. A lui si deve la nascita del Giro delle Valli Cuneesi, e poi, appunto, il passaggio sulle ripide salite delle montagne cuneesi del Giro d’Italia, un’impresa alla quale aveva lavorato insieme a Ferruccio Dardanello. Nel 2008 anche il tour francese. Nel luglio scorso era stato tra gli ospiti del Giro donna, il Giro d’Italia femminile, partito proprio da Fossano. Lascia la moglie Agnese e le figlie Guendalina, Clio e Maria Lorenza.
Tanti i ricordi e le espressioni di cordoglio dal mondo sportivo, politico e delle istituzioni. Tra questi, anche quello del consigliere regionale, già vertice di Atl Cuneo, Paolo Bongioanni che sul suo profilo Facebook scrive: “Il covid si è portato via anche il mio amico Renzo! Il Commendator Lorenzo Tealdi, l'uomo che non si fermava mai che voleva organizzare sempre, che progettava continuamente nuove sfide sportive, che per primo ha portato in provincia di Cuneo i grandi giri del ciclismo a tappe. Grazie Renzo per la tua amicizia e per quello che ci hai regalato. Fai buon viaggio”.