Elezioni del Presidente della Repubblica: 114 voti per Guido Crosetto

L'ex sindaco di Marene è stato il secondo più votato alla terza "chiama"

Guido Crosetto

Ha raccolto 114 voti alla terza “chiama” di mercoledì 26 gennaio per l'elezione del Presidente della Repubblica. Il marenese Guido Crosetto, 58 anni, imprenditore e politico, è stato il secondo per numero di voti dopo Sergio Mattarella. Candidato di bandiera di Fratelli d’Italia (“di bandierona” ha scherzato con i cronisti, vista la sua stazza), ha ottenuto quasi il doppio dei voti del numero di grandi elettori (63) del partito di cui è stato co-fondatore e coordinatore nazionale.

Sindaco di Marene dal 1990 al 2004, consigliere economico del presidente del Consiglio Dc Giovanni Goria, Crosetto ha militato in Forza Italia e in FdI e rivestito l’incarico di sottosegretario alla Difesa nel Governo Berlusconi IV. Rieletto in Parlamento nel 2018, ha rassegnato le dimissioni, accolte soltanto al secondo tentativo, e oggi è presidente di "Orizzonte Sistemi Navali", impresa creata come joint venture tra Fincantieri e Leonardo e specializzata in sistemi ad alta tecnologia per le navi militari e di gestione integrata dei sistemi d’arma. “Sono lusingato - ha commentato ai microfoni dei giornalisti - e ringrazio Giorgia Meloni per la prova d’affetto”. Pronto per salire al Colle? “Per la cerimonia del 2 giugno, se mi invitano” ha concluso con una battuta.