Comincia la discesa, calano ricoveri e terapie intensive

I dati confortanti dell’ultima settimana in Piemonte

Report COVID 19 Piemonte 1 Febbraio 2022

La settimana scorsa eravamo al picco, negli ultimi sette giorni abbiamo imboccato la discesa. A dirlo sono i numeri - tutti con il segno meno - delle ospedalizzazioni Covid in Piemonte. Le terapie intensive sono scese da martedì 25 gennaio di 12 unità, i ricoveri ospedalieri di 34, l’incidenza è passata a 1.585 casi ogni 100 mila abitanti (era di 2.180), gli attualmente positivi sono addirittura 40 mila in meno, più o meno lo stesso numero degli isolamenti domiciliari. 
Il segno più è per i guariti (oltre 100 mila) e, purtroppo, per i decessi: 125. In Granda sono stati contenuti a 10 e ora sono 1.554 dall’inizio della pandemia.
I pazienti ricoverati si riducono anche negli ospedali dell’Asl Cn1 e dell’Aso. A Mondovì sono 44 (di cui 4 in terapia intensiva), a Saluzzo 61 (su 69 posti) e 4 (su 6 posti) in terapia intensiva. Al Santa Croce di Cuneo sono 5 in intensiva, 7 in semintensiva e 78 (su 107) in ordinaria.

Stando ai dati di martedì 1° febbraio, non possiamo ancora parlare di cessato allarme. La percentuale di saturazione delle terapie intensive in Piemonte è, infatti, tuttora superiore al 20% (21%) e quella dei ricoveri ordinari al 30% (30,6%), dati che ci mantengono in zona arancione. Ma l’assessore Icardi osserva che “la tendenza è di una discesa importante” e che “i dati ci fanno presupporre che a febbraio la situazione sarà migliore”. Ciò, aggiunge, “consentirà di fare spazio alle prestazioni sanitarie che si sono dovute interrompere nelle ultime settimane” e che hanno ingrossato liste d’attesa già molto corpose. Per fronteggiarle, conclude, “la Regione sta lavorando alla stabilizzazione del personale sanitario a tempo determinato e si impegna a coprire tutte le possibilità che verranno stabilite dal Governo”. 

Record di vaccini a gennaio. In Piemonte 1,3 milioni di dosi
Sul fronte dei vaccini, il presidente Alberto Cirio sottolinea il traguardo di 1,3 milioni di somministrazioni in Piemonte nel solo mese di gennaio, frutto di “uno sforzo organizzativo gigantesco” che ha consentito di dare una risposta tanto sanitaria (visto il calo di efficacia dei vaccini dopo i 6 mesi) quanto amministrativa (per garantire il rinnovo del certificato verde) ai cittadini che si sono visti ridurre dalle nuove normative nazionali (introdotte il 24 dicembre) la validità del Green pass da 9 a 6 mesi. Si tratta di 375 mila persone che sono state vaccinate insieme con le terze dosi già programmate (700 mila) e le prime dosi non programmabili. 

Servizio completo su La Fedeltà del 2 febbraio

Covid Sette Giorni In Piemonte Tabella 01 02 2022