Caritas: disponibili già 8 alloggi e 14 famiglie per l’accoglienza dei profughi ucraini

Prosegue la raccolta di offerte in denaro (ma non di alimenti e indumenti)

Ucraina profughi: delegazione della Comunità Papa Giovanni XXIII a Leopoli
Profughi in fuga dall'Ucraina (foto Comunità Papa Giovanni XXIII a Leopoli)

Per far fronte alla grave emergenza di profughi e sfollati che stanno scappando dalla guerra in Ucraina, la Caritas diocesana di Fossano, in coordinamento con la Caritas nazionale, ha lanciato due iniziative: una sottoscrizione per le donazioni in denaro (vedi in fondo le modalità per fare offerte) - che, al momento in cui scriviamo, ha già raggiunto la cifra di 8.000 euro -, e la raccolta di disponibilità di alloggi e famiglie per ospitare i profughi che stanno arrivando in Italia. Attualmente sono stati messi a disposizione 8 alloggi e 14 famiglie hanno già dato la propria disponibilità all’accoglienza.
La Caritas intende organizzare la miglior accoglienza possibile di queste persone che hanno bisogno di “tutto”, ma prima di ogni altra cosa di calore umano e accoglienza fraterna. Nino Mana, direttore della Caritas diocesana, lancia un appello: “Sarebbe bello che gruppi di persone o parrocchie si attivassero per stare vicino a chi arriverà negli alloggi e nelle famiglie del proprio territorio. Mi rivolgo in particolare agli insegnanti in pensione per organizzare con essi la scuola di lingua italiana”. Pertanto, chi ha la possibilità di donare del tempo dia la propria adesione all’ufficio della Caritas diocesana (tel. 0172.636264, aperto tutte le mattine dalle 8,30 alle 12).

Caritas (per ora) non raccoglie alimenti ed abiti
Oltre alle due iniziative già descritte, aggiunge il direttore della Caritas diocesana, “si è deciso di non raccogliere alimenti e indumenti per non congestionare l’attività delle Caritas che operano sul confine ucraino. Da tutta Europa stanno convergendo in questi luoghi ingenti aiuti. Solo successivamente, se servirà, si effettueranno raccolte di prodotti più rispondenti alle necessità. Tuttavia, la nostra Caritas, nel rispetto di chi desidera collaborare da subito, sostiene e collabora con l’iniziativa della Protezione Civile di Fossano che invierà dei viveri”.

È possibile contribuire attraverso tre modalità:
• con bonifico bancario a Caritas diocesana, indicando la causale "Emergenza Ucraina 2022", IBAN IT29 T 06170 46320 000001603189;
• direttamente all’ufficio Caritas, in via Vescovado 12 a Fossano, aperto tutte le mattine dalle 8,30 alle 12;
• dal cellulare con l’app Satispay clic sul link oppure inquadra il QR Code qui sotto (il link di Satispay Caritas è intestato a Diocesi di Fossano).

Servizio completo su La Fedeltà del 9 marzo.