Loreto, «cui ‘d la dr’eva» (VIDEO)

È l’unica frazione fossanese dell’oltrestura. “Viviamo in un posto bellissimo, ma ci sentiamo un po’ abbandonati”

Ogni frazione è diversa dalle altre. Ma Loreto è la più... diversa di tutte. È l’unica, infatti, dell’oltrestura, «‘d la dr’eva», come si ama dire con la pronuncia grassa di queste parti. Ed è il segno che più la contraddistingue, nella buona e nella cattiva sorte. Era la legnaia dei fossanesi, il “pianbosco”. Poi attorno a un pilone, divenuto cappella, quindi chiesa nel culto della Madonna di Loreto, assunse la sua attuale denominazione. La parrocchia è tuttora il cuore della frazione. Da 50 anni (era il 1972) se ne prende cura l’amato parroco don Giuseppe Mandrile.

Articolo completo su "la Fedeltà" di mercoledì 16 marzo