Allevati a Fossano e Villafalletto i bovini della 1ª asta della Piemontese

Miac Asta Della Piemontese01

Prezzi altissimi per il mercato odierno, lo assicurano allevatori e esperti presenti oggi (lunedì 4 aprile) alla prima asta della razza bovina piemontese. L’appuntamento è stato organizzato al Miac di Cuneo come conclusione degli Stati generali della razza piemontese in programma nel weekend appena concluso. Sei i capi all’asta, allevati in tre aziende agricole che conferiscono a la Granda che ha collaborato all’organizzazione dell’asta: Tortone Domenico di Fossano (frazione San Martino), Bima Elio Francesco di Villafalletto e Chialvo Clementina in Bernardi di San Benigno. I capi (scottone, castrati e una vacca) sono stati tutti cresciuti secondo il rigido disciplinare de La Granda, “che ci permette di avere dei capi davvero eccezionali - commentato Domenico Tortone e la moglie Cristina -. Non è tanto il peso che raggiungono ad essere di qualità, ma il sapore. La carne quando arriva in tavola è straordinaria”.
La base d’asta partiva da 3,90 euro al kg iva esclusa (2,90 al kg per la vacca) e, un rilancio dopo l’altro, ha raggiunto punte di 4,80 al kg. L’asta collegava via internet decine di macellai e acquirenti da tutta Italia e dall’estero. I capi sono stati venduti a Roma, Milano e Monaco di Baviera.