La Brigata Alpina Taurinense compie 70 anni

È formata da 5000 uomini e donne che prestano servizio in otto reparti. Due sono a Fossano: il 1° reggimento artiglieria da montagna e il 32° genio guastatori alpino. Il programma dei festeggiamenti

Brigata Alpina Taurinense 70 Anni

Sono iniziate giovedì 7 aprile alla caserma Montegrappa di Torino le celebrazioni del 70° anniversario della Brigata Alpina Taurinense. Era stata costituita nell’aprile del 1952 raccogliendo l’eredità delle tradizionali unità alpine piemontesi, le cui origini risalgono al 1872, anno di istituzione del Corpo degli Alpini. 

Alla cerimonia solenne - che ha visto lo schieramento di tutti i reparti della Brigata con le proprie Bandiere di Guerra - hanno partecipato il presidente della Regione Alberto Cirio, il Comandante delle Truppe Alpine - generale Ignazio Gamba - e il Comandante della Taurinense, generale Nicola Piasente, il presidente dell’Associazione nazionale Alpini Sebastiano Favero, oltre a numerose autorità civili, militari e religiose.

Inizialmente formata dal 4° reggimento alpini e dal 1° artiglieria da montagna, oggi la Taurinense è una delle grandi unità delle Truppe alpine dell’Esercito, forte di 5.000 uomini e donne provenienti da tutte le regioni italiane, che prestano servizio in otto reparti: 2° reggimento Alpini a Cuneo, 3° reggimento alpini a Pinerolo, 9° reggimento alpini a L’Aquila, 1° reggimento artiglieria da montagna e 32° genio a Fossano, reggimento Nizza Cavalleria a Bellinzago Novarese, reggimento logistico a Rivoli, reparto comando a Torino.

I sette decenni di storia della Brigata Taurinense si snodano attraverso la ricostruzione post-bellica e la guerra fredda, per poi innestarsi sul terzo millennio e sulle nuove sfide globali alla sicurezza e alla stabilità.

Numerosi sono i teatri operativi in cui gli Alpini della Brigata sono stati schierati dagli anni ‘90 in avanti sotto l’egida di Onu, Nato e Ue: Mozambico, Bosnia, Albania, Kosovo, Afghanistan, Libano, Iraq, Libia, Somalia. Puntuale anche l’impegno sul fronte delle calamità naturali, con gli interventi a seguito dei violenti terremoti che hanno colpito il Centro-Italia negli anni 2000, senza contare il sostegno alle autorità civili in occasione delle alluvioni in Piemonte e in Liguria degli anni passati.

Nel quadro della partecipazione alle operazioni internazionali, attualmente la Brigata vede impiegati gli Alpini del 2° reggimento in Lettonia con la Nato e il 3° Alpini in Norvegia. Sul territorio nazionale invece, la Taurinense sta contribuendo all’operazione “Strade sicure” al fianco delle forze dell’ordine in numerose località italiane, guidando tra l’altro il Raggruppamento Piemonte-Liguria, Valsusa-Valle d’Aosta, Lombardia-Trentino.

La Brigata fornisce sistematicamente i propri specialisti del genio per la rimozione di residuati bellici in tutto il nordovest e collabora con lo staff college delle Nazioni Unite basato a Torino nella formazione dei funzionari Onu destinati a operare nelle aree calde del globo.

Di rilievo anche il ruolo giocato dalla Taurinense durante la pandemia da Covid19, nel corso della quale la Brigata ha fornito assistenza alla campagna vaccinale nazionale mettendo a disposizione il proprio personale e i propri mezzi in diverse regioni italiane, aprendo tra l’altro un hub per le somministrazioni all’interno della caserma Vian di Cuneo e sanificando numerosi rifugi alpini.

Nelle maggiori località sciistiche del Piemonte e dell’Abruzzo, gli Alpini della Brigata prestano regolarmente servizio di soccorso sulle piste, unitamente a quello di soccorso alpino militare, in collaborazione con altri enti. Sempre in tema di sicurezza, la Brigata Taurinense dell’Esercito contribuisce al servizio Meteomont che, attraverso un’ampia rete di rilevamento, produce quotidianamente un bollettino sul rischio valanghe sull’arco alpino di interesse.

Questi gli appuntamenti per festeggiare il 70° compleanno della Brigata: venerdì 8 aprile concerto del Conservatorio di Torino (ore 20,30, ingresso libero); domenica 10 aprile esibizione nelle piazze di Torino della Fanfara della Taurinense, insieme al Coro e alla Fanfara dei congedati; lunedì 11 aprile giornata dell’orgoglio alpino a Cuneo: la storia del Corpo raccontata da Gianni Oliva ai giovani della Taurinense; mercoledì 13 aprile apertura al pubblico della Montegrappa a Torino, dalle 15 alle 20, per visite al museo della Brigata, intrattenimento per i più giovani con muro da arrampicata e pista da sci di fondo, mostra di mezzi ed equipaggiamenti di ultima generazione in dotazione alle Truppe Alpine dell’Esercito; giovedì 14 aprile conferenza di Gastone Breccia sugli Eroi del Corpo, alle 11 presso l’auditorium Vivaldi in piazza Carlo Alberto a Torino.

Oltre agli appuntamenti del 70°, la Taurinense sarà impegnata nel corso di tutto il 2022 in una serie di eventi celebrativi del 150° anniversario delle Truppe Alpine dell’Esercito, come di consueto in stretta collaborazione con l’Associazione nazionale Alpini.