Bra, tutti i premiati alla Fiera di Pasquetta

Riconoscimenti per numerosi allevatori del Fossanese

Fiera di Pasquetta Bra

Numerosi allevatori del Fossanese sono stati premiati alla Fiera di Pasquetta di Bra, giunta alla 146ª edizione e tornata dopo due anni di stop lunedì 18 aprile. Mattia Silvestro, classe 2005 di Centallo, era l’allevatore più giovane presente alla Mostra zootecnica del bovino di razza piemontese e ha vinto la coppa Città di Bra con un capo iscritto nella sezione Vitelloni piemontesi della coscia femmine. Per i bovini maschi ha trionfato un capo di Luigi Vallino di Marene. Primo premio per la categoria castrati ad un capo di Paolo Abrate di Fossano. Per le manze della coscia da macello il trofeo se lo è aggiudicato Davide Mulassano di Bra, per le vacche della coscia da macello Livio Gerbotto di Cervere, per i tori Luigi Vallino che ha ricevuto anche il riconoscimento quale allevatore del gruppo più numeroso di capi tra le diverse categorie, insieme ai fratelli Tibaldi e a Davide Mulassano per il territorio braidese. Premio speciale per l’animale più pesante in fiera a Livio Gerbotto con un toro 1020 chilogrammi. Domenico Perlo, classe 1945, è stato omaggiato quale allevatore più anziano in fiera.
La Mostra zootecnica è stata affiancata dalla fiera commerciale, con i banchi di Campagna Amica della Coldiretti e del Mercato della Terra di Slow Food, quelli dei vivaisti, degli espositori di piccoli animali e degli attrezzi da giardino. In mostra anche trattori d’epoca e una mini-fattoria degli animali, dove grandi e piccini hanno potuto cimentarsi in laboratori creativi e di scoperta. Grande successo ha riscosso l’offerta gastronomica: particolarmente apprezzate le proposte degli “Artigiani del gusto”, sezione a cura di Confartigianato, e l'immancabile grigliata mista con salsiccia di Bra, che ha fatto registrare il tutto esaurito. Anche la musica e l’arte sono state protagoniste della giornata: in tanti hanno partecipato al concerto-show dei Tre Lilu, mentre turisti, cittadini e famiglie hanno potuto apprezzare le collezioni dei musei civici braidesi e le opere in mostra ne “Le voci del colore” di Massimo Ricci a Palazzo Mathis.