“La mia casa sul ciliegio”

Il libro-manifesto del torinese Gabriele Ghio. L'autore lo presenta venerdì 10 giugno, alle 18, a Fossano, nell’area pedonale davanti alla libreria Le Nuvole

La mia casa sul ciliegio

“Un manifesto di un nuovo modo di vivere”. Così si potrebbe definire, in estrema sintesi, il contenuto del libro "La mia casa sul ciliegio", che verrà presentato dall’autore Gabriele Ghio venerdì 10 giugno, alle ore 18, nell’area pedonale davanti alla Libreria Le Nuvole, in via Cavour, 23, a Fossano. L’incontro, in caso di maltempo, si svolgerà nella Sala dell’Hostello “Sacco” in via Cavour, 33.

Gli amanti del Tree House Living sono un’onda inarrestabile, che si sta diffondendo nel mondo intero e che ambisce a una quotidianità più semplice, serena e in armonia con la natura, e il sottotitolo del libro - Lasciare la città, vivere in un bosco, essere felici – non lascia spazio ad equivoci. Nella sua personalissima parabola esistenziale, Gabriele ha trovato la sua felicità, ma soprattutto ha compreso che le scelte che facciamo sono spesso dettate più dalle convenzioni che da una precisa volontà. Dopo un periodo di smarrimento, i suoi dubbi interiori hanno trovato risposta in un bosco, su un ciliegio inclinato, fra le assi di legno di una casetta che, fino a quel momento, era stata un rifugio temporaneo e che da una notte di luglio è diventata la sua casa.

La sua storia è un invito a trovare il coraggio delle proprie risposte e a fare della propria vita un’opera d’arte unica e meravigliosa.

Gabriele Ghio, torinese, ha coltivato a lungo la passione per i motori e per la guida sportiva, formandosi anche come istruttore presso l’autodromo di Misano alla scuola di Siegfried Stohr. Nel 2017, un incidente in cui ha rischiato di perdere la vita lo ha portato a una trasformazione profonda e radicale della propria esistenza. Questo libro è la sua storia. Il suo profilo Tree house living è su Facebook.