Guastatori in piazza a Fossano per la festa del Genio (VIDEO)

Una giornata ricca di eventi, organizzata in occasione della Festa di Corpo del 32° Reggimento Genio Guastatori della Brigata Alpina Taurinense: venerdì 24 giugno gli uomini e le donne del Reggimento si sono schierati in Piazza Castello per la cerimonia militare, che ha visto lo schieramento della Bandiera di Guerra del 32⁰ Guastatori, decorata di una Medaglia d'Argento e di una di Bronzo al Valor Militare, di due Compagnie di formazione in armi e della Fanfara della Brigata Alpina Taurinense. Dalla prima mattinata e fino al tardo pomeriggio è stato inoltre possibile per la cittadinanza osservare mezzi e materiali in dotazione ai Guastatori Alpini grazie all’allestimento di una mostra statica.

Please accept preferences, statistics, marketing cookies to watch this video.

La Festa dell’Arma del Genio che si celebra il 24 giugno è simbolicamente legata alla “Battaglia del Solstizio” (15 - 24 giugno 1918), nella quale l’ultima grande offensiva austriaca della Prima Guerra Mondiale si spense di fronte alla valorosa resistenza dei soldati italiani. Grazie allo straordinario contributo che i reparti e le specialità dell’Arma del Genio dimostrarono in quella battaglia, le fu assegnata la Medaglia d’Oro al Valor Militare quale massimo riconoscimento alle eroiche gesta.

Presenti alla cerimonia, oltre al Comandante della Brigata Alpina Taurinense, Generale Nicola Piasente, il Comandante del 32⁰ Guastatori, Colonnello Alberto Autunno, il sindaco di Fossano, Sig. Dario Tallone, autorità civili e militari locali e i rappresentanti di numerose Sezioni dell'Associazione Nazionale Alpini del Piemonte e dell’Associazione Nazionale Genieri e Trasmettitori d’Italia.

La mostra statica, allestita per l’occasione sempre nell’area di Piazza Castello, ha permesso a tutti i fossanesi di apprezzare i mezzi e i materiali in dotazione ai Guastatori Alpini oltre che di confrontarsi con il personale in servizio.

Numerose sono state le attività operative e addestrative condotte dai Guastatori Alpini del 32⁰ Reggimento nel corso del primo semestre del 2022. Sul piano operativo, e in particolare della bonifica del territorio dai residuati bellici sono già 75 gli interventi effettuati dal 1⁰ gennaio ad oggi, interventi che hanno portato complessivamente alla neutralizzazione di 370 ordigni. Tra questi il delicato intervento di bonifica di una bomba d'aereo della Seconda Guerra Mondiale da oltre 450kg rinvenuta ad Arma di Taggia e concluso con successo lo scorso 15 maggio.

Non sono mancate le attività esercitative, prima in ordine cronologico la “Volpe Bianca", condotta a cavallo dei mesi di febbraio e marzo nello scenario dell'alta Val di Susa e che ha costituito un importante momento di valutazione del livello raggiunto dalle Truppe Alpine dell'Esercito, e tra queste dei Guastatori Alpini, nel vivere, muovere e combattere in ambiente montano invernale.

A seguire l'Esercitazione NATO "Cold Response" dove i Guastatori Alpini si sono addestrati in prossimità del circolo polare artico per oltre un mese tra la prima decade di marzo e la prima decade di aprile, inseriti in un contesto multinazionale e interforze insieme ad oltre 250 militari della Brigata Alpina Taurinense.

Da poco terminata, inoltre, l'esercitazione "Candelo22”, condotta da metà maggio a metà giugno nel Biellese e che ha visto le unità di Fanteria, Cavalleria e Genio della Brigata Alpina Taurinense addestrarsi in particolare nella condotta di operazioni difensive in un ambiente pluriarma tipico dei moderni scenari operativi.

La partecipazione della popolazione fossanese agli eventi organizzati ha testimoniato nuovamente il forte legame che unisce la città di Fossano alle Truppe Alpine dell'Esercito, che proprio quest’anno celebrano il loro 150⁰ Anniversario, alla Brigata Alpina Taurinense che lo scorso 15 aprile ha compiuto i suoi 70 anni dalla ricostituzione post-bellica, e in particolare al 32⁰ Guastatori, parte integrante della comunità fossanese dal dicembre 2016.