Il sorriso e la vitalità di Grafian, morto a 23 anni

Lutto nella casa famiglia San Paolo di Fossano. Giovedì i funerali

Stanescu Grafian

“Era una colonna della nostra famiglia, un ‘annunciatore’, gli siamo infinitamente riconoscenti per questo”.  A parlare è Maurizio Bergia della casa famiglia San Paolo di Fossano, casa famiglia della Comunità Papa Giovanni XXIII di cui faceva parte Grafian Stanescu, morto all’età di 23 anni. Insieme a Maurizio e alla moglie Giovanna e al resto della famiglia si trovava da qualche giorno in vacanza a Canazei, come ogni anno, per godere un po’ del fresco e della bellezza delle montagne. Un malore nella notte, il tentativo di rianimarlo e poi la constatazione che era ormai “nelle braccia amorevoli del Dio buono e affidabile” così come recita il manifesto funebre che ne annuncia il funerale.
Grafian era originario della Romania ed era arrivato in Italia nel 2007. La sua era una malattia rara di cui si conoscono soltanto dieci casi in tutta Italia, una malattia degenerativa che colpisce parola e movimento. Dopo essere stato in affidamento in diverse famiglie nel 2012 era arrivato nella famiglia di Maurizio e Giovanna. E nonostante negli anni la malattia abbia via via limitato le sue capacità di movimento, non è riuscita a limitare la sua capacità di comunicare amore, di donare amore e di farsi volere bene.
“Grazie a lui tanti giovani si sono avvicinati alla nostra famiglia - continua Bergia -. Cinque anni fa aveva avuto grossi problemi che lo avevano costretto ad una tracheotomia e ad un ricovero ospedaliero. Per il resto di questi 10 anni è sempre stato con noi e possiamo dire che la qualità della sua vita è stata buona. Abbiamo fatto tante cose insieme, visitato le grotte di Bossea portandolo in braccio, saliti in montagna a 1500 metri con la carrozzina... E tutto questo grazie anche all’aiuto di tante persone, famigliari, amici, medici come il dott. Launaro che ci hanno aiutato a rendere la sua vita piena. Così come lui ha reso piena la nostra”. 
Tanti in queste ore i messaggi di cordoglio e di vicinanza anche attraverso i social. “Benedetti siano gli istanti, i millimetri, e le ombre delle piccole cose” una frase di Fernando Pessoa postata da Maurizio dice la preziosità della vita di Grafian in questi anni e quanto la sua presenza in famiglia sia stata un dono.
La salma in queste ore sta rientrando a Fossano dove  mercoledì alle 21, verrà recitato il rosario nel cortile della casa famiglia di via Orfanotrofio 12. Il funerale giovedì 7 luglio alle 11 nella chiesa parrocchiale di Santa Maria del Salice.
Ai componenti della casa famiglia San Paolo e a tutti coloro che hanno voluto bene a Grafian, le affettuose condoglianze de la Fedeltà.