I posti liberi al Nido non bastano: metà delle famiglie resta in attesa

asilo nido
foto di repertorio

Le graduatorie al nido sono molto più lunghe dei posti disponibili. Quindi, la metà delle famiglie fossanesi che confidavano di trovare una sistemazione, anche molto valida dal punto di vista educativo e non solo organizzativo, per i loro figli devono pensare a un piano B.
Il servizio 0-3 anni del Comune, in capo alla Multiservizi, offre quattro spazi differenti che contano complessivamente 120 posti. Al nido di via Coronata si è affiancata la sezione primavera che accoglie solo i bimbi dell’ultimo anno; c’è il micronido di via Leverone e poi il baby parking Magicabula in piazza Divisione Alpina Cuneense che è però aperto soltanto fino alle 13,30 e ha una tariffa oraria e non mensile proprio per la tipologia di servizio offerto.

Le domande pervenute all’Asm per i nati nel 2020, 2021, 2022 sono 104. Quelle “potenziali” potevano essere ancora di più se si tiene conto che solo nel 2020 e 2021 l’anagrafe cittadina segna circa 380 nuovi nati. Ma i posti liberi messi complessivamente a disposizione tra via Coronata e via Leverone sono soltanto 53: 16 alla sezione primavera (che ogni anno si “svuota”), 26 al nido (con un’ulteriore suddivisione tra lattanti - medi e grandi) e 11 al micronido (3lattanti-3 del 2021e 5 del 2020). Gli altri, infatti, sono occupati dai bambini già inseriti negli anni precedenti, che non devono più sottoporsi al “rito” della graduatoria.

Articolo completo su La Fedeltà del 6 luglio