Mariano trionfa al Premio Gozzano

Il suo "La guerra di Annina e i camminanti" ha conquistato la sezione dedicato alla Poesia edita

Foto d'archivio

Il poeta del Monviso premiato al concorso dedicato al poeta piemontese più noto del Novecento. Beppe Mariano ha ottenuto il primo posto nella sezione Poesia edita del premio letterario “Il meleto di Guido Gozzano”. Il suo “La guerra di Annina e i camminanti” è stato giudicato il migliore fra i libri in versi inviati.

In “La guerra di Annina e i camminanti”, Mariano parla di due giovani, Annina e Domenico. Entrambi hanno davanti ai propri occhi le montagne, ma mentre Annina può osservare il Monviso, su Domenico incombono “i monti sopra il Piave”: il giovane è infatti un soldato arruolato nella Prima guerra mondiale. Dal fronte “Minòt” – così viene chiamato Domenico – non tornerà più; ma le sue lettere, inspiegabilmente, continuano ad essere recapitate ad Annina, che nella sua vita non vorrà conoscere altro uomo.

Versi dal taglio nettamente prosaico e altri cadenzati come ritornelli guidano il lettore, una pagina dopo l’altra, a (ri)scoprire temi cari a Mariano, in modo particolare la montagna. Nella prefazione del libro – stampato dalla abruzzese Di Felice Edizioni nella collana internazionale “Il gabbiere” – il noto italianista Stefano Verdino sottolinea come dal testo emergano “i caratteri di fondo della poesia di Mariano, poeta e narratore con un passo di ampia orchestrazione, oggi non molto frequentata, ma presente in una vena piemontese di poesia non lirica, attratta dal racconto, come ben sappiamo da Gozzano a Pavese”.

E, appunto al premio dedicato a Gozzano, Mariano sarà incoronato. La premiazione è prevista per domani (sabato 10 settembre), ad Agliè nel Torinese.

Della giuria fanno parte i docenti dell’Università di Torino Mariarosa Masoero e Valter Boggione e il letterato e giornalista Bruno Quaranta; Masoero ne è anche la presidentessa. Come sanno i lettori di Gozzano, “Il meleto” è il nome della villa che era la residenza estiva del poeta.