Boves, il 16 ottobre beatificazione dei due sacerdoti martiri del nazismo

La celebrazione è presieduta dal card. Semeraro. In settimana è ospite il card. Zuppi, presidente della Cei. Il programma completo

Don Giuseppe Bernardi E Don Mario Ghibaudo
(foto tv2000)

Sarà un momento importante, per la terra cuneese, quello che si vivrà domenica 16 ottobre, ore 15, a Boves. È il giorno della beatificazione dei martiri don Giuseppe Bernardi e don Mario Ghibaudo, parroco 44enne e vice-parroco 24enne nella comunità bovesana, trucidati il 19 settembre 1943, nel corso dell’eccidio nazista, con il paese dato alle fiamme, con 24 vittime e tanti feriti. Interverrà il card. Marcello Semeraro, prefetto del dicastero vaticano per le cause dei santi (che il 9 aprile, su indicazione del Papa, ha firmato il decreto di beatificazione). La celebrazione si svolgerà in piazza Avis, accanto al Palazzetto dello Sport.

In preparazione a questo evento di grande significato, l’associazione don Bernardi e don Ghibaudo, ha organizzato alcuni appuntamenti. Mercoledì 12 ottobre, alle 20,45, nella parrocchiale di san Bartolomeo a Boves è prevista una veglia di preghiera.

Venerdì 14 ottobre, alle 18, sempre nella parrocchiale il card. Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna e presidente della Cei, propone una riflessione sul tema “Collaborare per il bene comune”. Ed in serata, alle 21, l’incontro “Esperienze di comunità oltre la violenza”, a cura de “I cantieri di riconciliazione”, modera Chiara Genisio. “L’obiettivo - ricorda il parroco di Boves don Bruno Mondino - era quello di costruire realtà di pace anche dove la storia aveva seminato l’odio. Per questo durante la serata dialogheremo con coloro che hanno intrapreso non senza difficoltà questo processo di riconciliazione”.

Quindi sabato 15 ottobre, alle 20,30, nella parrocchiale, il concerto, per il “Requiem” di Mozart con l’interpretazione del Coro della comunità cristiana di Schondorf, paese bavarese ove è sepolto il comandante Joachin Peiper che ordinò la strage a Boves.