Il grido della pace, la voce comune delle religioni

L'appello presentato a Torino sabato 26 novembre, tra i leader religiosi anche il vescovo di Pinerolo Derio Olivero

Pace Incontro Interreligioso Rom
Roma 25-10-2022, Colosseo: Papa Francesco partecipa alla preghiera della pace, insieme a rappresentanti delle varie religioni (foto Siciliani-Gennari/Sir)

Un “grido della pace” che abbracci l’intero mondo, un’eco che rimbalzi all’infinito per arrivare anche a chi non vuole sentire e si affida soltanto alla logica sbrigativa delle armi. La Comunità di Sant’Egidio, il Comitato Interfedi della Città di Torino e il Coordinamento Interconfessionale del Piemonte raccolgono e rilanciano l’appello lanciato a Roma dai rappresentanti delle religioni mondiali. “Noi credenti ci sentiamo sempre più fratelli - ha ricordato Papa Francesco - la ricerca della pace deve essere al centro del nostro agire, perché le strade della pace ci sono”.

“Tocca quindi a noi intravederle, indicarle, aprirle, percorrerle, disinnescando i conflitti con la forza del dialogo - spiegano i promotori Daniela Sironi, Valentino Castellani e Giampiero Leo -. La pace è nel cuore delle religioni, nelle loro Scritture, nel loro messaggio. Sale dal cuore delle madri dei ragazzi morti in guerra, è scritta nei volti dei profughi, delle famiglie in fuga, dei feriti o dei morenti. Non dimentichiamo mai che l’onda del male si trasmette per indifferenza, pensiamo sempre ai tanti luoghi del mondo flagellati dalla guerra. Stare insieme e pregare aiuta a far vincere il dono supremo della pace”.

L’incontro si tiene sabato 26 novembre, dalle 18 alle 19.30, alla Casa del Teatro dei ragazzi e dei giovani, in corso Galileo Ferraris 266 a Torino. Nella serata viene presentato “l’appello di Roma”, con la richiesta a tutti coloro che lo desiderano di sottoscriverlo e sarà quindi consegnato alle autorità politico-istituzionali presenti perché ne facciano il miglior uso possibile.

Hanno già dato adesione all’incontro molti leader religiosi, tra loro anche il rappresentante per il dialogo ecumenico della Cei, mons. Derio Olivero, fossanese, Vescovo di Pinerolo.