Dopo i lavori, ancora acqua nel parcheggio sotterraneo

Le recenti piogge sono state un test negativo per i lavori contro le infiltrazioni: è necessario un nuovo intervento sul lato della scarpata

Ancora acqua in parte del parcheggio sotterraneo di piazza Vittorio Veneto. Le piogge del 27 e 28 agosto sono state un test negativo, dopo i nuovi lavori di impermeabilizzazione, per la struttura, che presenta, da molto tempo, il problema delle infiltrazioni. Ora l’Amministrazione comunale pensa a un ulteriore intervento sul lato dell’edificio che sovrasta via Palocca.

L’acqua, dopo i giorni di pioggia, ha raggiunto i piani -2, -3 e -4: i primi due ospitano parcheggi di libero accesso, mentre l’ultimo è occupato da rimesse private. Secondo quanto riferiscono dal Palazzo comunale, non ci sono, invece, segnalazioni per il -1, anch’esso privato: se davvero questo piano non è stato allagato, significa che l’intervento di impermeabilizzazione effettuato nella soprastante piazza Vittorio Veneto ha raggiunto, almeno in questo caso, l’obiettivo atteso. È necessaria, tuttavia, una nuova tranche di lavori: si pensa di intervenire, dal lato della scarpata, su una griglia di aerazione e sul passaggio pedonale sul quale si affacciava l’ingresso del supermercato che era collocato sempre al -1. L’ipotesi, in particolare, è di allestire una piccola tettoia che “protegga” dalle intemperie la griglia di aerazione.

Ai lavori contro le infiltrazioni d’acqua nel parcheggio sotterraneo, si aggiunge la necessità di completare il restyling di piazza Vittorio Veneto.

Al momento, si interviene sulle strutture in muratura, i “vasconi” che ospitavano le aiuole: verranno collocate, sulle loro pareti, nuove pietre, al posto di quelle che si sono staccate.

Il passo successivo sarà il verde. Secondo quanto riferiscono dall’Amministrazione comunale, saranno messe a dimora delle piante rampicanti sul pergolato, la cui struttura - inevitabilmente spoglia - è da tempo presente; saranno ripristinate anche le aiuole. Tutto ciò, spiega il sindaco Dario Tallone, “sarà inserito nell’appalto per il verde”.

Il Comune dovrà inoltre completare la sostituzione delle griglie a terra - collocate sempre in piazza Vittorio Veneto - che non sono considerate sicure. Alcune di esse, al momento, sono delimitate con il nastro: questa soluzione, ovviamente temporanea, ha limitato il numero di parcheggi disponibili.

L’inizio della nuova vita per il parcheggio sotterraneo e per piazza Vittorio Veneto era atteso per l’estate. Ma servirà ancora un po’ di pazienza perché questi due spazi possano diventare un bel biglietto da visita per Fossano. Nell’attesa, resta la possibilità di parcheggiare gratuitamente al -2 e al -3, mettendo in conto che, quando piove, c’è il rischio di  ritrovarsi con i piedi a mollo quando si scende dall’auto.