Il Salice vecchio diventa polo culturale con le fotografie de “La grande guerra”

Venerdì 1° dicembre apre la mostra fotografica sul set del film capolavoro di Monicelli

Salice Vecchio Interno Foto Costanza Bono
Foto Costanza Bono

È considerato uno dei migliori film italiani sulla guerra e uno dei capolavori della storia del cinema. È “La grande guerra”, di Mario Monicelli, pietra angolare della commedia all’italiana, pellicola che ha cambiato la memoria collettiva del Paese. Come ricorda il totem pubblicitario posto da qualche giorno in piazza Bima, “La grande guerra” sarà anche il tema della prima mostra nell’ex chiesa del Salice, che apre le porte venerdì 1° dicembre, dopo quattro anni di restauri, proponendosi nella sua nuova veste di Polo culturale della città di Fossano. La mostra si compone di cinquanta fotografie in bianco e nero realizzate sul set da Mario Maffei. Sono foto che raccontano i protagonisti del film, qualche scena, le ricostruzioni delle trincee e alcuni affettuosi momenti del backstage. Istantanee rubate alla troupe nelle pause tra un ciak e l’altro e che spesso colgono gli sguardi sornioni dei due protagonisti, Alberto Sordi e Vittorio Gassman.

Articolo completo sulla "Fedeltà" di mercoledì 29 novembre