La Brusatà selezionata da Art bonus come uno dei migliori progetti in Italia

Dal 1° al 29 febbraio si potranno votare i progetti dabdi grande visibilità alle iniziative

La Brusatà è stata ammessa tra i progetti in concorso Art bonus 2024. Dal 1° al 29 febbraio sarà possibile votare i progetti candidati con una notevole visibilità per l’iniziativa trinitese. La Brusatà rientra nei progetti Art bonus, così come la Fiera dei pocio e bigat. Chi contribuisce economicamente alla loro realizzazione, infatti, può beneficiare degli sgravi fiscali che derivano dall’iniziativa del ministero della Cultura,
Ogni anno, inoltre, il ministero bandisce un concorso ammettendo i migliori progetti che vengono votati su un’apposita piattaforma al termine del quale si premia il progetto Art bonus dell’anno. Organizzato dal ministero della Cultura, Ales Spa e Promo Pa Fondazione - LuBeC allo scopo di promuovere una sempre più diffusa conoscenza dell’Art bonus (legge n. 106/2014), la misura fiscale introdotta per incentivare le donazioni a favore della cultura attraverso un beneficio fiscale del 65%, è stato ideato nel 2016 con l’obiettivo di premiare l’impegno di quanti, beneficiari e mecenati, rendono possibile attraverso l’Art bonus il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale del nostro Paese.
Ogni anno sul portale governativo Art bonus vengono selezionati i progetti che nell’ultimo anno hanno chiuso con successo una loro raccolta fondi Art bonus, e questi progetti vengono inseriti nella pagina del sito dedicata al concorso dove avvengono le votazioni nella prima fase, cui segue una finale che si tiene solo sui canali social di Art bonus.
Dal lancio del concorso e fino al termine delle votazioni chiunque può accedere alla piattaforma del concorso ed esprimere il proprio voto a favore di uno o più progetti in vetrina.
Un modo per condividere e dare popolarità ai tanti diversi progetti che si stanno realizzando in tutta Italia grazie all’Art bonus, sempre più sentito proprio dai cittadini non solo come un bonus fiscale ma anche come un’opportunità per esprimere riconoscenza verso le istituzioni del proprio territorio e condividere i valori della cultura.
Il numero complessivo dei progetti e dei voti è notevolmente cresciuto nelle diverse edizioni grazie al crescente attivismo delle istituzioni e dei cittadini stimolati anche da campagne stampa e social.
Lo scorso anno sono stati 269 i progetti in gara, votati complessivamente da 222.603 persone. A vincere lo scorso anno nella categoria beni e luoghi della cultura il museo di storia naturale del Mediterraneo e nella categoria spettacolo dal vivo l’International Salieri Circus Award.