Via del Vaj sarà del Comune di Salmour

Dopo un lungo iter burocratico,firmata la convenzione

Salmour Via Del Vaj Street View
L'imbocco di via del Vaj - Street view

Un lungo iter burocratico che finalmente giunge a conclusione: è quello intrapreso dall’Amministrazione Salvatore per acquisire la proprietà di una porzione di terreno dalla società Autostrade. La vicenda risale a quando alcuni residenti avevano chiesto di allargare l’ingresso di via del Vaj, traversa di via Fossano. L’allora assessore ai Lavori pubblici Roberto Salvatore aveva preso in carico la richiesta, ma da una ricerca documentale era emerso che la strada non si trovava dove previsto sulla carta, ma a una distanza di circa 20 metri.
“Cercando di capire mi sono reso conto che quando era in costruzione il viadotto autostradale, la società Autostrade aveva chiesto di acquistare dei terreni per far transitare i camion - ci ha spiegato il sindaco di Salmour Roberto Salvatore -. Al termine dei lavori l’allora sindaco Massimino aveva stipulato una convenzione per utilizzare quella strada come imbocco di via del Vaj in modo che fosse più sicura perché non nella curva, come invece a progetto”. La prima parte di strada andava poi a ricongiungersi con via del Vaj, approfittando comunque del terreno di Autostrade per renderla più larga. “Questa situazione rappresentava una serie di complicanze - ha spiegato Salvatore -. Intanto non era possibile intervenire con la manutenzione, poi c’era il rischio che Autostrade decidesse di impedirci di utilizzare il sedime, e sarebbe stato un problema. La convenzione stipulata, inoltre, prevedeva un rinnovo tacito, che ora è vietata, rendendo di fatto nulla la convenzione”.
Ora è stata firmata una nuova convenzione che di fatto prevede l’acquisto del terreno da parte del Comune, per un importo di 4.500 euro. Non è ancora l’ultimo atto: Autostrade dovrà a sua volta recepire la convenzione per poi procedere con l’atto di vendita, ma il tutto dovrebbe avvenire nelle prossime settimane per mettere finalmente un punto alla vicenda: “Non potremo fare anche i lavori di manutenzione quest’anno perché non ci sono i fondi necessari, ma con l’anno prossimo speriamo di poter finalmente accogliere la richiesta dei residenti”, ha concluso Salvatore.