Una serata in onore di Riccardo e Cesarina Gualino

Lo scrittore Giorgio Caponetti presenterà il suo libro dedicato alla figura del mecenate biellese

Gualino Riccardo E Cesarina Foto Studio Bibliografico Marini Mostra Permanente01 24 01 24
Riccardo e Cesarina Gualino - Foto Studio Bibliografico Marini - Mostra Permanente

Viene presentato giovedì 21 marzo alle 21 nei locali della biblioteca civica di via Salmour il libro di Giorgio Caponetti “Il grande Gualino”, dedicato alla famiglia del mecenate biellese Riccardo Gualino al quale, insieme alla moglie Cesarina, il Comune di Trinità ha intitolato la nuova strada che collega via Salmour con via Damilano.
L’autore illustrerà le sue ricerche su Riccardo e Cesarina Gualino, mecenati piemontesi nel campo dell’arte. I coniugi Gualino sono vissuti nel secolo scorso e hanno dato un contributo sostanziale all’arte figurativa e cinematografica del nostro Paese. Furono i coniugi Gualino a far costruire il primo teatro d’avanguardia a Torino, concorsero alla realizzazione dell’ippodromo e furono tra gli ideatori di Lux cinema, casa di produzione cinematografica che firmò alcuni capolavori del neorealismo italiano. La casa di Riccardo e Cesarina Gualino fu un cenacolo frequentato dai migliori artisti dell’epoca come Felice Casorati, Pablo Picasso, Henri Matisse e molti altri. La collezione di Riccardo Gualino è stata ed è considerata una delle più significative e importanti raccolte italiane del Novecento. Comprende sculture, dipinti, reperti archeologici, arredi, vetri e ceramiche, arazzi e tessuti datati dall’antichità ai primi decenni del 20° secolo, provenienti dall’area europea, orientale e meridionale. Ora la collezione è a Torino, ospitata dalla galleria Sabauda.
“Siamo il primo Comune a rendere omaggio ad un grande uomo del nostro territorio - ha detto la sindaca di Trinità Ernesta Zucco -. Speriamo che in molti seguano il nostro esempio”.