Bozzano: “Gli ultimi progetti per consegnare la città a chi verrà dopo”

Dopo dieci anni di amministrazione, il sindaco non si ripresenterà

Giorgio Bozzano

Che Giorgio Bozzano non si ripresenterà alle prossime elezioni dell’8 e 9 giugno è ormai assodato. Il sindaco uscente l’ha ribadito più volte sia in sede di Consiglio comunale, sia in occasione della Fera ëd Sant’Alban lo scorso 10 marzo. A partire dal 24 aprile e fino all’ingresso nel Palazzo comunale di un nuovo sindaco, potrà essere svolta solo l’ordinaria amministrazione. Bozzano si sta apprestando dunque a uscire dopo 10 anni dal Municipio di Sant’Albano, ma prima di farlo vuole “portare a termine una serie di progetti, per consegnare il paese in ordine a chi mi seguirà”.
Una delle attività da concludere è il cantiere della scuola dell’infanzia: “Abbiamo fatto un incontro i giorni scorsi. I lavori finiranno entro metà maggio, resterà da mettere a posto il giardino esterno perché il cantiere ha inevitabilmente riguardato anche la parte esterna”. Finanziato con 561mila euro da Pnrr è ora alle fasi finali: “Ci sono ancora dei lavori che abbiamo finanziato con risorse interne e che sono derivati dall’intervento stesso: ci sono da fare delle rasature e sistemare l’intonaco. I lavori riguardavano l’adeguamento antisismico e l’efficientamento energetico, ma come sempre accade hanno portato con sé la necessità di fare anche altri piccoli interventi”. A settembre i bambini dell’Infanzia potranno dunque tornare nella loro scuola e lasciare i locali della Primaria.
In fase di ultimazione anche la segnaletica orizzontale e verticale: “In questi anni l’abbiamo rifatta tutta, comprese le frazioni. Ora stiamo andando verso la zona artigianale per portare a termine questa attività”.
Nelle prossime settimane ci sarà anche la sostituzione, realizzata con il finanziamento della Fondazione Cassa di risparmio di Fossano, dei giochi a Dalmazzi e Ceriolo: “Dopo l’intervento a parco Olmi, dove abbiamo sostituito i giochi, rifatto i vialetti e sistemato le siepi e il verde, anche in questo caso con i fondi messi a disposizione da Fondazione Crf e Rotary Club Cuneo, abbiamo ottenuto di intervenire anche nelle frazioni”.
Bozzano vuole dare spazio anche al decoro e alla pulizia prima di consegnare al suo successore le chiavi della città: “Con l’arrivo della bella stagione la Protezione civile e alcuni volontari si occuperanno di pulire alcune zone spesso prese di mira da chi abbandona i suoi rifiuti in giro. Purtroppo ci sono tante persone che non hanno rispetto del paese e buttano di tutto. Nel fare questa attività sistemeranno anche le panchine che richiedono un po’ di manutenzione”.
Inoltre, è in avvio la realizzazione dell’area cani dietro le scuole medie: “Mi hanno confermato che il cantiere privato sta per terminare. Appena l’area sarà libera, procederemo a recintarla e attrezzarla per consentire di portare i cani a sgambare in sicurezza”.
Avviato infine il progetto per la riqualificazione dei corpi idrici del fiume Stura che vede Cuneo come capofila e il coinvolgimento di tutti i Comuni del Parco fluviale.