Elezioni Regionali, la griglia di partenza

Il quadro completo delle candidature si è delineato soltanto alla scadenza dei termini per la presentazione delle liste

I cinque candidati presidenti

Sono cinque i candidati alla presidenza della Regione Piemonte. Ad Alberto Cirio (centro-destra), Gianna Pentenero (centro-sinistra) e Sarah Disabato (Movimento 5 Stelle) si sono aggiunti, sul filo di lana, anche Francesca Frediani e Alberto Costanzo. La prima è una ex consigliera regionale 5Stelle, paladina della battaglia No Tav, oggi in lizza con Piemonte Popolare. Il secondo corre per la lista Libertà, dell’ex sindaco di Messina Cateno De Luca, che in Piemonte fa capo ad un’altra fuoriuscita pentastellata, la vice-ministra all’Economia del governo Conte 1 Laura Castelli. I due ultimi candidati, così come Sarah Disabato, saranno appoggiati da una sola lista; Alberto Cirio e Gianna Pentenero potranno invece contare sul sostegno di cinque liste. Affiancheranno il presidente uscente Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia, Noi Moderati e Lista civica Cirio; con l’ex assessora delle Giunte Bresso e Chiamparino ci saranno invece Pd, Alleanza Verdi e Sinistra, Piemonte Ambientalista e Solidale, Lista civica Pentenero e Stati Uniti d’Europa.

Cinque, in provincia di Cuneo, i candidati di ciascuna lista, così come cinque sono i posti a disposizione nella quota proporzionale. Ognuno degli aspiranti presidenti è inoltre collegato a un listino di dieci nomi, che saranno eletti, in quota maggioritaria, soltanto in caso di sua vittoria, in relazione alle percentuali di voto raggiunte. Tra i fossanesi, la volata finale ci porta la notizia della candidatura dell’avvocata Alexandra Casu nella cinquina di Stati Uniti d’Europa, in quota Italia Viva, che è in corsa anche alle comunali con Francesco Balocco. Si aggiunge a Simona Giaccardi, candidata con la Lega sia alle regionali che alle comunali con Dario Tallone, e a Ivana Borsotto, candidata soltanto alle regionali con il Pd.

Fanno parte dell’area del Fossanese il cerverese Franco Graglia, in lizza con Forza Italia, il grinzanese Giuseppe Ghisolfi, inserito nella lista Cirio e la centallese Elena Teteryatnik, ucraina di Kharkiv, in Italia da 24 anni, nella lista Stati Uniti d’Europa in quota Psi, candidata con Pentenero.

Nel listino maggioritario (quindi non a caccia di preferenze), Cirio ha inserito due cuneesi: l’ex presidente leghista della Provincia Gianna Gancia, narzolina di ascendenze anche fossanesi, in lizza anche alle Europee, e l’ex assessore regionale all’Agricoltura Claudio Sacchetto, ex Lega, ora in Fratelli d’Italia. Nel listino di Pentenero c’è il cuneese Flavio Martino, coordinatore regionale di +Europa; in quello di Sarah Disabato c’è Silvia Cina, già candidata sindaco a Cuneo.