Calcagno presenta UniAmo Sant’Albano

In lista l’ex assessore Favole e molti volti dell’associazionismo

Sant'Albano Elezioni Calcagno Lista01

Si chiama UniAmo Sant’Albano la lista civica a supporto della candidatura a sindaco di Antonio Calcagno. Quest’ultimo - che ha alle spalle una lunga storia di amministrazione locale tanto in opposizione quanto in maggioranza e ha già ricoperto il ruolo di sindaco tra il 1999 e il 2004 - ha al suo fianco un gruppo di persone diversificato per età e competenze. Come aveva già annunciato nello sciogliere le riserve, c’è Giuseppe “Max” Favole, manager che già era stato assessore della Giunta Bozzano e, come Calcagno aveva prima dato le dimissioni dalla Giunta e successivamente lasciato la maggioranza.
Tra i volti noti della politica locale ci sono Teresa Balocco, operaia classe 1962; Alberto Renaudo, agricoltore del 1971, e Lorenzo Ravotti, l’impiegato e sommelier che aveva fatto parte del Consiglio comunale proprio durante il mandato Calcagno.
Ci sono poi i volti nuovi. È il caso dei giovanissimi Andrea Bravo, disegnatore meccanico appassionato runner nell’Atletica Fossano ‘75, che proprio quest’anno ha tagliato per primo (alla pari con Andrea Aragno) il traguardo della Santalban ëd cursa, e l’agricoltore Davide Roccia, impegnato nella Pro loco di Consovero. Entrambi hanno 26 anni. Ci sono poi due mamme a tempo pieno, Elisa Bongiovanni e Alessandra Morra, attive nell’ambito dei servizi alla maternità e scolastici. Valeria Brondino è invece una nonna che porterà alla squadra il suo impegno verso gli anziani. Marco Comino, artigiano edile classe 1987, è stato tra i promotori del Comitato per il no alla cabina primaria Enel.
“Il nostro scopo è rimettere insieme tutte le componenti di Sant’Albano per non ripetere quanto accaduto in passato - spiega Tonino Calcagno -. Non vogliamo fare grandi proclami su progetti che vorremmo realizzare perché i soldi sono pochi. Ovviamente abbiamo lo sguardo rivolto alle scuole e agli impianti sportivi, non solo per quanto riguarda il calcio, ma i soldi sono pochi quindi l’impegno che ci prendiamo è attivarci per partecipare a quanti più bandi possibili che ci consentano di intervenire sul paese”.
Antonio Calcagno e la squadra di candidati consiglieri che lo affiancano incontreranno i santalbanesi sia del centro che delle frazioni lunedì 3 giugno alle 20,30 nella sede del circolo ricreativo di Dalmazzi, mercoledì 5 giugno alla bocciofila di Sant’Albano Stura e giovedì 6 giugno all’Acli di Ceriolo.