Battuti rossi: una mostra in occasione della lunga notte delle chiese

Venerdì sera con l’intervento di don Flavio Luciano

Fossano-Santissima-Trinita-cupola
Una suggestiva immagine della cupola della Ss. Trinità di Fossano

Dopo il successo di pubblico del concerto dello scorso 25 maggio del coro Spiritual’s friends diretto da Giuseppe Allione in occasione della festa della Santissima Trinità, la chiesa dei Battuti rossi si appresta ad un nuovo evento che la vedrà protagonista. Si tratta de La lunga notte delle chiese, iniziativa a carattere nazionale che a Fossano avrà come cuore l’apertura straordinaria, serale, della chiesa di Francesco Gallo, uno tra i gioielli del Barocco piemontese.

Venerdì 7 giugno
è la data da segnare in calendario. Alle 20,45 don Flavio Luciano, vicario diocesano per la pastorale, terrà un incontro con una riflessione sul tema di questa edizione: Trovami, trovare Dio nelle persone. Abbinata all’iniziativa anche una mostra dal titolo “Le sette opere di Misericordia” composta da 15 pannelli di grandi dimensioni che raffigurano tali opere negli aspetti più attuali e drammatici di oggi, con la tragica situazione dei profughi in più parti del pianeta.
La chiesa sarà aperta dalle 20,30 alle 23,30 con la possibilità di visite guidate alla scoperta delle bellezze e delle curiosità della chiesa dell’ospedale, uno dei monumenti simbolo della città e della Chiesa di Fossano.

Sempre in occasione della Lunga notte delle chiese, ma a Cuneo venerdì 7 giugno alle 21, presso la chiesa San Sebastiano in Cuneo in contrada Mondovì, sarà protagonista il coro del progetto Palestrina diretto dal maestro Flavio Becchis con brani tratti dal Cantico dei cantici e Mottetti a 5 voci.
Il progetto Palestrina nasce nel marzo 2020 da un desiderio di far cantare brani tratti dall’opera Omnia di Giovanni Pierluigi da Palestrina.