“Da una Madonna all’altra”, notte di cammino e pellegrinaggio

Presentato l’evento del 26-27 luglio che coinvolge i due santuari diocesani di Cussanio e Fontanelle

Pellegrinaggio Cussanio Fontanelle

L’appuntamento diocesano di sabato sera 8 giugno, a Cussanio, è stato più di un semplice incontro. Come ha detto il rettore del Santuario, don Pierangelo Chiaramello, “è già stato l’inizio di quel pellegrinaggio” che vedrà il suo pieno svolgimento nella notte tra il 26 e il 27 luglio, quando i fedeli di Cuneo e Fossano si sposteranno a piedi dal Santuario nella campagna fossanese (dove la Madonna è venerata come Madre della Divina Provvidenza) a quello di Fontanelle di Boves (dove è venerata come Regina della Pace), “anche se poi Maria è sempre la medesima, e rivela a ciascuno di noi la sua bellezza nelle strade della vita”. Quindi avverrà “un passaggio da una Madonna all’altra”, lungo un tragitto di 40 km, in parte sterrato, attraverso il parco fluviale dello Stura.

Un’esperienza, unica nel suo genere, di cammino comune che coinvolge Cuneo e Fossano, le due realtà diocesane che, da quando si sono unificate, cercano gradatamente di conoscersi e amalgamarsi meglio. E, per fare questo, la proposta del pellegrinaggio, lanciata da Dario Armando (già autore di un libro sull’argomento), è stata raccolta con grande entusiasmo da più parti.

Innanzitutto, dal vescovo Piero Delbosco, che ha ricordato il valore del pellegrinaggio a partire dalla cultura ebraica, prima ancora che da quella cristiana, come impegno a muoversi lasciando da parte le proprie sicurezze “per riflettere su se stessi, per capire chi siamo e a cosa stiamo mirando. Che quello che faremo sia dunque un segno di speranza per guardare tutti nella stessa direzione”, ha concluso, ringraziando di cuore chi ha avuto questa idea.

Presentati da Luigina Ambrogio, si sono quindi succeduti gli interventi di quanti, a vario titolo, saranno protagonisti o responsabili di questa iniziativa: i due vicari diocesani, don Flavio Luciano e don Sebastiano Carlo Vallati, l’ideatore Dario Armando, la presentatrice televisiva e web influencer Ilaria Salzotto, che, a sua volta, con grande emozione ed evidente semplicità, ha introdotto gli incoraggianti interventi (video registrati) degli ex atleti, nostri conterranei, Maurizio Damilano e Stefania Belmondo, testimonial dell’evento. La toccante partecipazione del coro Cai, che ha intervallato i contributi dei vari relatori con i suoi canti a cappella, ha fatto il resto, accompagnando l’assemblea (che ha riempito il Santuario) in un profondo raccoglimento a riflettere su temi di sensibilità spirituale, ambientale e fraternità umana.

Servizio completo su La Fedeltà del 12 giugno.