A Vicoforte la giornata dei Senior della Coldiretti

Giornata Pensionati Vicoforte 1

Oltre 800 pensionati Coldiretti hanno preso parte alla XXV Giornata interregionale dei Pensionati Coldiretti che si è celebrata a Vicoforte. Hanno partecipato il Presidente e il Segretario nazionale di Federpensionati Coldiretti, Giorgio Grenzi e Lorenzo Cusimano, i Presidenti dell’Associazione Pensionati del Piemonte, della Liguria e della Valle d’Aosta Sergio Barone, Gabriella Caratti e Fulvio Borbey, il Presidente dell’Associazione cuneese Romano Ficetti, oltre ai Presidenti, Direttori e dirigenti delle varie Federazioni provinciali.

Dalla preghiera al ricordo dei principi e degli ideali di un’esistenza scandita dai ritmi della terra, dal pranzo conviviale alla possibilità di visitare il Santuario “Regina Montis Regalis” di Vicoforte, è stata una giornata intensa, inaugurata dalla Santa Messa presso il Santuario officiata dal Vescovo di Mondovì, Mons. Egidio Miragoli.
È un onore aver ospitato questa Giornata interregionale in provincia di Cuneo e una gioia aver portato in un luogo di così grande bellezza i Senior piemontesi, liguri, valdostani. È stata una giornata di condivisione e aggregazione che ci ha consentito di avvicinarci a soci e realtà lontane dalle nostre, di confrontarci sugli obiettivi comuni e sui progetti che l’Associazione Pensionati sta portando avanti. Soprattutto, abbiamo celebrato il prezioso lavoro dei nostri soci pensionati a cui va, oggi più che mai, un grande grazie per essere il costante punto di riferimento per la famiglia, per il buon funzionamento delle imprese agricole e per la nostra Coldiretti” dichiara Romano Ficetti, Presidente dell’Associazione Pensionati di Coldiretti Cuneo.

Siamo sempre impegnati – sottolinea Giorgio Grenzi, Presidente nazionale Federpensionati – a portare avanti il progetto relativo alla salute all’interno del quale hanno un ruolo principe sia il cibo sia il movimento, ma anche quello rispetto alla sicurezza. In una giornata di condivisione come questa, si è fatto il punto dei tanti temi affrontati dalla nostra Coldiretti, ma quello che resta prioritario è dare maggiori servizi tramite i fondi del PNRR ai pensionati di tutto il nostro Paese”.

Oggi l’agricoltura, pur puntando sull’innovazione, non può rinunciare al patrimonio di quegli agricoltori che, nonostante il sopraggiungere della pensione, continuano a dare un grande contributo alle imprese, oltre che alle famiglie. I nostri Senior hanno maturato una lunga esperienza che oggi li rende protagonisti attivi nella messa in campo di proposte partecipate e concrete, capaci di rispondere ai più grandi problemi che vivono le aziende agricole, dalla fauna selvatica alle infrastrutture idriche, dalle filiere produttive alla burocrazia” sostiene il Presidente di Coldiretti Cuneo, Enrico Nada.

I Senior rappresentano per le nuove generazioni un modello per la tenacia, la dedizione, l’impegno instancabile, ma anche per la fedeltà alla nostra Organizzazione, perché negli 80 anni di storia Coldiretti, se abbiamo potuto realizzare risultati importanti è stato grazie alla mobilitazione quotidiana di ognuno di loro. I Senior sono stati e restano un elemento fondante dell’azione Coldiretti a tutela e beneficio della nostra agricoltura” conclude il Direttore di Coldiretti Cuneo, Fabiano Porcu.