La nuova Giunta Regionale

Regione Piemonte Grattacielo

"Con grande tempismo, perché il Piemonte ha bisogno di un Governo regionale che non perda tempo e risponda a tutte le istanze", così il presidente riconfermato Alberto Cirio ha avviato oggi, mercoledì 25 giugno, la conferenza stampa di presentazione della nuova Giunta regionale designata (rimarrà tale fino a quando non verrà approvato il suo decreto di nomina - ma potrebbero bastare una manciata di ore). Una Giunta che sottolinea "la compattezza della coalizione" e che è nata dopo un voto che ha fatto ottenere al centro-destra 7-8 punti percentuali in più di 5 anni fa, "questo ci fa grande piacere, ma ci carica anche di senso di responsabilità, perché è è una fiducia consapevole, data dai cittadini dopo 5 anni di 'nostra' amministrazione regionale", ha detto Cirio.

Oltre a Cirio, che come presidente ha anche alcune deleghe (Legalità e diritti, Pnrr, Fondi europei, Affari internazionali, Benessere animale) il Governo del Piemonte conta altri 11 assessori e 2 sottosegretari alla presidenza.

Due sono gli assessori cuneesi: Paolo Bongioanni e Marco Gallo. Confermate per loro le deleghe che erano "circolate" nei giorni scorsi. A Bongioanni (Fratelli d'Italia) vanno le deleghe al Commercio, Agricoltura e cibo, Parchi - caccia e pesca- peste suina.

Al buschese Marco Gallo spettano Sviluppo e promozione montagna - aree interne e Gal; Sistema neve; Tutela aree protette; Attività estrattive; Programmazione territoriale, paesaggistica e urbanistica; Biodiversità e tartuficultura.

La vicepresidenza della Regione sarà per la prima volta "al femminile": sarà di Elena Chiorino (FdI - Biella) che ha anche le deleghe a Istruzione, merito e diritto allo studio universitario; Lavoro, formazione professionale e welfare aziendale; Rapporti con le società a partecipazione regionale.

Enrico Bussalino (Lega - Alessandria) sarà assessore a Autonomia; Sicurezza e polizia locale; Immigrazione; Logistica e infrastrutture strategiche; Enti locali

Marina Chiarelli (FdI - Novara) avrà le deleghe a Turismo; Cultura; Sport e post olimpico; Pari opportunità e politiche giovanili

Riconfermato Marco Gabusi (Asti- Forza Italia) con deleghe a Trasporti e infrastrutture; Opere pubbliche e difesa del suolo; Protezione civile e gestione dell'emergenza profughi

Torna in Giunta anche Matteo Marnati (Lega - Novara) a Ambiente, energia e coordinamento del Tavolo permanente regionale per l'emergenza alla siccità; Innovazione, intelligenza artificiale, ricerca e connessi rapporti con Atenei e Centri di ricerca pubblici e privati; Servizi digitali per cittadini e imprese

Maurizio Marrone (Fratelli d'Italia - Torino) si occuperà di Politiche sociali e dell'integrazione socio-sanitaria; Emigrazione e cooperazione decentrata e internazionale; Usura e beni confiscati; Politiche della casa, delle famiglie e dei bambini

Tutto il "pacchetto" sanità passa nelle mani di Federico Riboldi (Fratelli d'Italia - Alessandria): Sanità; Livelli essenziali di assistenza; Prevenzione e sicurezza sanitaria; Edilizia sanitaria

Torna in Giunta anche Andrea Tronzano (Forza Italia - Torino) a Bilancio; finanze e programmazione economica e finanziaria; Sviluppo delle attività produttive: industria, artigianato, Pmi e imprese cooperative; Internazionalizzazione e attrazione investimenti

Gianluca Vignale (lista Cirio Presidente) avrà invece le deleghe al personale della Regione.

Sottosegretari alla presidenza saranno Claudia Porchietto e Alberto Preioni