Fossano, il debutto del nuovo Consiglio. Simona Giaccardi confermata presidente

La seduta di insediamento di sabato 29 giugno.

Consiglio comunale al Castello
Foto Costanza Bono

A poco meno di ventiquattr’ore dal comunicato ufficiale sulla composizione della Giunta, si è tenuto sabato 29 giugno nella Sala Barbero del Castello, il Consiglio comunale d’insediamento della nuova Amministrazione fossanese. Assente "giustificata" la consigliera di maggioranza Tiziana Airaldi (Fratelli d’Italia), dopo le polemiche sulla composizione della Giunta.

A presiedere temporaneamente l’assemblea, il senatore Giorgio Bergesio che, dopo i saluti e ringraziamenti di rito, ha esordito ricordando che l’attuale compagine amministrativa avrà il compito di governare e far crescere la Città nei prossimi cinque anni fino alle soglie del 2030. “La campagna elettorale è stata impegnativa ma ora è terminata, dobbiamo pensare a governare assecondando il confronto democratico tra maggioranza e opposizione”.

Dopo la convalida degli eletti, sono state votate all’unanimità le surroghe dei consiglieri chiamati a ricoprire le cariche di assessorato e consentire l’ingresso dei loro sostituti. Per Fratelli d’Italia Luigi Campanella è subentrato a Danilo Toti; per Forza Italia Mario Tortone ha sostituito Giacomo Pellegrino; per la lista civica Dario Tallone sindaco Angelo Lamberti ha preso il posto di Donatella Rattalino; Matteo Blengino (Fossano in Azione) è invece subentrato a Luca Minozzi dimissionario per motivi personali.

Il sindaco Dario Tallone ha pronunciato per la seconda volta il giuramento di fedeltà alla Costituzione italiana: “Intendo continuare a essere il Sindaco di tutti i cittadini - ha poi aggiunto -. Il nostro bilancio finanziario è sano, siamo un Comune virtuoso. C’è molto da lavorare e quindi intendiamo promuovere il dialogo con la minoranza e con le diverse realtà del territorio, possiamo inoltre contare su una filiera governativa sia a livello regionale che nazionale. Sono fiero che il ruolo di vice sindaco sia stato affidato a una donna: è la prima volta nella storia amministrativa di Fossano”.

Più tardi, a conclusione del suo intervento, Francesco Balocco ha ricordato all’assemblea che l’incarico di vice sindaco fu già ricoperto, negli anni ’50, da Camilla Bonardi, durante l’amministrazione guidata da Beppe Manfredi.

Dopo la nomina ufficiale degli assessori con la specifica delle relative deleghe, la maggioranza ha candidato Simona Giaccardi alla presidenza del Consiglio; nel contempo i consiglieri d’opposizione, per voce di Mirella Brizio, capogruppo della lista civica Viviamo Fossano, hanno invece proposto la candidatura di Simone Chiapello, consigliere della lista civica Direzione Comune Fossano. La Giaccardi è stata eletta con nove voti rispetto ai sei ottenuti dal suo avversario.

Ampio servizio sulla "Fedeltà" di mercoledì 3 luglio