Ferie di Augusto, si alza il sipario

Il conto alla rovescia, per gli appassionati di teatro, è quasi concluso. A Bene Vagienna, stanno per cominciare le “Ferie di Augusto”, festival che viene riproposto ogni estate. E, se le condizioni meteorologiche lo consentiranno, gli spettacoli si svolgeranno al sito archeologico di frazione Roncaglia fra le vestigia dell’antica città romana, in una location suggestiva che aggiunge valore alle pièce che andranno in scena.

Gli spettacoli
Tre gli spettacoli previsti. L’appuntamento è sempre al teatro romano; in caso di maltempo, viene scelta - e comunicata agli spettatori - una sede diversa, al coperto.
Il debutto è fissato alle 21,15 di venerdì 5 luglio, quando i Germana Erba’s talents - ovvero le ragazze e i ragazzi del liceo Germana Erba di Torino, storicamente legato al festival - metteranno in scena il “Galà d’estate delle arti performative”. Oltre cento giovani nel ruolo di cantanti, danzatori, attori e performer - dopo essersi esibiti in prestigiosi teatri e festival e perfino davanti al presidente della Repubblica Mattarella - propongono, con i loro insegnanti, un spettacolo che vuol essere “una vetrina sulle arti performative del futuro”, grazie a un repertorio che spazia dal balletto classico alla prosa, da brani coreografici e canori tratti da celebri musical alla danza contemporanea: si potranno così apprezzare il “Va, pensiero” di Verdi e “Roar” di Katy Perry, gli indimenticabili versi di “Nel blu, dipinto di blu” e la musica di “Grease”. Per il pubblico sarà anche l’occasione di scoprire una scuola - appunto il liceo Erba - che nel tempo si è rivelata una vera fucina di talenti, capace di preparare le sue studentesse e i suoi studenti per i più prestigiosi teatri del mondo.
Alle 21,15 del giorno seguente - sabato 6 luglio - Franco Oppini e Miriam Mesturino saliranno sul palco per “Buoni o cattivi? Punti di vista”, spettacolo con la regia di Gino Auriuso.  Con ironia e ritmo incalzante, Oppini e Mesturino si interrogano sul tema del bene e del male, attingendo alla letteratura e al teatro di tutti i tempi: il pubblico sarà accompagnato dalla vicenda biblica di Caino e Abele a quella che oppone Batman e Joker, attraverso la lezione di maestri come Pirandello e Woody Allen, Oscar Wilde e Calvino. La realtà è complessa, e la moralità è fatta (anche) di sfumature: questa pièce ci aiuta a ricordarlo.
Giù il sipario con “La commedia delle tre dracme” di Plauto, l’autore a cui “Le Ferie di Augusto” hanno attinto più spesso nella loro storia: a metterla in scena - l’appuntamento è alle 21,15 di sabato 13 luglio - la compagnia Torino spettacoli, che schiera Elia Tedesco, Valentina Massafra, Enzo Montesano e i Germana Erba’s talents in un nuovo allestimento dello spettacolo curato da Girolamo Angione e Gian Mesturino. Capace di divertire il pubblico da più di due millenni, “La commedia delle tre dracme” porta sul palco un giovane scialacquatore, che si salva dai guai grazie a un benevolo raggiro in cui sono coinvolti un vecchio amico del padre e, ovviamente, un servo che, come sempre nel teatro plautino, è figura di importanza decisiva. Di Plauto si ricorda soprattutto la “vis comica”, la capacità di far ridere: ad ogni edizione del festival, i creatori delle Ferie di Augusto mostrano come questa “vis” abbia sul pubblico di oggi lo stesso effetto che aveva sul pubblico dell’antica Roma.

Informazioni utili
Quella che si svolge in questo 2024 è la diciannovesima edizione delle “Ferie di Augusto”. Il festival è stato creato da Gian Mesturino e Germana Erba, in collaborazione con l’Amministrazione comunale; sempre in accordo con il Comune, viene curato dal Teatro stabile privato Torino spettacoli.
Per ogni spettacolo, i biglietti sono in vendita al costo di 13 euro l’uno, ridotto a 10 per under 26, over 60, convenzionati ed abbonati a Torino spettacoli; c’è inoltre la possibilità di abbonarsi per due spettacoli a scelta, al costo complessivo di 18 euro.
È possibile acquistare i biglietti in prevendita sul sito web www.torinospettacoli.it, telefonicamente via WhatsApp al 320.9050142, via e-mail all’indirizzo info@torinospettacoli.it, “in loco” a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo; o, ancora, in alcune agenzie di viaggio fra cui la fossanese Tortuga viaggi.