Attualità
stampa

Troppa plastica, che cosa possiamo fare?

Intervista a Roberto Cavallo, volto noto dell’ambientalismo in Italia, alla ricerca di possibili rimedi, a partire dalle nostre piccole comunità e dal tinello di casa

Parole chiave: plastica (1), roberto cavallo (1)
Troppa plastica, che cosa possiamo fare?

È un problema della modernità. Con effetti devastanti per l’inquinamento della terra, dell’aria, dei mari, che stiamo cominciando a scoprire soltanto ora. Stiamo parlando della plastica: ne produciamo troppa e ne smaltiamo soltanto una minima parte. I numeri sono impressionanti. Uno studio dell’Università della California - fonte Globalist - stima una produzione complessiva, in tutto il mondo, di 8,3 miliardi di tonnellate dal 1950 ad oggi (prima quasi non c’era) e prevede un aumento pressoché ingestibile - se non cambieranno i consumi e gli stili di vita - a 34 miliardi di tonnellate entro il 2050. Ma soprattutto rileva che nel 2015, su circa 7 miliardi di tonnellate di rifiuti generati, solo il 9% è stato riciclato, il 12% è stato incenerito e il 79% si è accumulato nelle discariche o nell’ambiente. Daqualche tempo abbiamo cominciato a prendere dimestichezza anche con un “vascello fantasma” che si aggira nell’Oceano Pacifico: è stato definito Pacific Garbage Patch ed è un ammasso di rifiuti galleggianti costituiti prevalentemente da frammenti plastici,in una zona estesa di almeno un milione di chilometri quadrati. Si suppone - fonte Wikipedia - che l’80% dei detriti provenga da terraferma attraverso i fiumi.

E poi c’è il grande tema delle microplastiche, particelle più piccole di un millimetro (a volteanche di dimensioni micrometriche) contenute in dentifrici, shampoo, detersivi e in gran parte dei capi d’abbigliamento oggi in uso, dall’usura degli pneumatici, dal deterioramento delle vernici e dall’uso di numerosi tipi di prodotti cosmetici, che entrano nella catena alimentare finendo per diventare - tramite gli animali che mangiamo - parte della nostra dieta.

Un vero e proprio incubo. Ma noi - nel nostro piccolo - che cosa possiamo fare?

Per avere qualche spunto ci siamo rivolti a Roberto Cavallo, volto noto dell’ambientalismo in Italia (e amministratore delegato della cooperativa Erica di Alba che opera anche a servizio dei Comuni del Consorzio Sea di Fossano, Savigliano e Saluzzo), alla ricerca di possibili rimedi, a partire dalle nostre piccole comunità e dal tinello di casa.

 Intervista su "la Fedeltà" di mercoledì 30 gennaio

Troppa plastica, che cosa possiamo fare?
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento